La Squadra

Il Sangue scorrerà, ma di chi?

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 21-12-2015 - Ore 11:34

|
Il Sangue scorrerà, ma di chi?

La Roma si risveglia, dopo l'ultimo turno di campionato pre-natalizio, a sole 4 lunghezze dalla testa della classifica, tre dalla zona Champions League e ancorata al treno di testa che comicia lentamente, e non senza sforzi, a staccarsi dal resto del plotone. Tanti rimpianti in questo campionato senza padroni: dallo sciagurato esordio al Bentegodi contro l'Hellas, ultima in classifica, passando per il passo falso contro il Sassuolo in casa, la sconfitta contro la Sampdoria, il pantano di Bologna, la vergognosa prestazione contro l'Atalanta e i punti persi a Torino per episodi di dubbia entità. Quanti punti persi, ma quanti altri se ne potranno perdere. Il direttore sportivo Walter Sabatini al termine della partita è stato enigmatico: "Ci sarà del sangue, ma non sarà quello del Mister". E allora di chi? Dalla dirigenza al tecnico, passando per la rosa, cosa si deve aspettare l'ambiente giallorosso?

CAMBIO DI PANCHINA? – Ci teniamo il beneficio del dubbio. La panchina di Rudi Garcia è tutt'altro che solida. I risultati sono crollati per un mese intero (una vittoria in più di 40 giorni); i tifosi (Curva Sud esclusa per motivi extracalcistici) non vanno più allo stadio, pochi (e onorevoli) quelli che tentano di spingere la squadra, come ieri accaduto al grido di "Ricominciamo"; il gioco espresso lascia perplessi anche i neofiti del pallone, con un Genoa in piena crisi e con assenze pesanti la Roma ha rischiato più volte di subire le iniziative dei liguri, ma poco importa i tre punti sono arrivati. Ma adesso? A rendere piccante la situazione si aggiunge che il 22 Dicembre 2015, domani, Luciano Spalletti si libererà definitivamente del contratto stipulato in passato con lo Zenit di San Pietroburgo.

SANGUE DIRIGENZIALE? - Procedendo per mere interpretazioni e seguendo fatti di cronaca quotidiana (nulla di più), se il sangue non è dell'allenatore rimangono in gioco i dirigenti e la squadra. Folle immaginare l'addio di un direttore sportivo in prossimità del mercato, letterlamente impossibile. Ma qualcuno ci ha già pensato perché il dubbio viene e da social e stampa odierna tale perplessità viene alimentata . L'adirato Walter Sabatini assicura sangue ma, più che alimentare una situazione di Caos, la Roma e i romanisti chiedono una presa di posizione chiara.

EMORRAGIA INTERNA? – Allora rimane la squadra. Quell'abbraccio di ieri ha manifestato sì, la vicinanza dei giocatori all'allenatore, ma solo di una parte (le immagini parlano chiaro, niente congetture). Ipotizzabili quindi cessioni per scongiurare un logoramento interno, se gli addetti ai lavori hanno individuato le "mele marce" (per usare un'espressione forte), allora il mercato di Gennaio sarà di cruciale importanza per riformare un gruppo compatto che vicino al proprio allenatore ritrovi fame e voglia di vittorie.

CHIRURGIA ORGANICA E PLASTICA – Squadra, Dirigenza o panchina. Dove operare? Qui incombe l'urgenza di un'intervento di chirurgia plastica, dove la dirigenza riparerà all'immagine che in questo momento la Roma sta dando di se. Ma prima di rimettere apposto il lato estetico, urge una presa di posizione e un intervento interno, appunto organico, per rimodellare il cammino di una Roma che, sebbene abbia finalmente vinto ieri, è tutt'altro che sui binari di una squadra vincente o che abbia ambizioni e fame di vittoria. Ogni giorno che passa si aggiunge solo altra carne al fuoco, per questo James Pallota agisca da 'Primario' e agisca da Presidente e tolga ogni dubbio.

Auspicabile, che entro Natale, la società faccia i propri auguri alla Roma, magari regalando certezze, risposte ed eliminando del tutto ogni malsano pensiero che alimenti un bracere sin troppo vivo. Tutto grazie ad una presa di posizione e una decisione resa pubblica affinché tutto l'ambiente possa guardare al 2016 con maggior speranza.  

Fonte: DAVIDE APRILINI - INSIDEROMA.COM

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom