La Squadra

Il Sopravvissuto della 'Zona Contaminata'

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 14-12-2015 - Ore 10:00

|
Il Sopravvissuto della 'Zona Contaminata'

DAVIDE APRILINI - La Roma ha letteralmente minimizzato i danni, superata indenne la prova del San Paolo, i giallorossi possono guardare al futuro con speranze e aspettative migliori. Il recente cammino è stato deleterio per ambiente, società e giocatori, creando appunto una zona contaminata caratterizzata da un clima negativo, cui però la squadra sembra poterne uscire. In questo senso, il merito va attribuito a colui che è sopravvissuto.

IL SOPRAVVISSUTO – Stiamo parlando ovviamente di Rudi Garcia. Nella settimana cruciale, per la sua, (appunto) sopravvivenza sulla panchina giallorossa, è stato massacrato da stampa e tifosi che hanno contaminato l'ambiente con un'aurea di negatività. Non che i risultati siano stati brillanti, non che la Roma sia definitivamente uscita da un periodo di magra totale, iniziando dalla sosta della nazionale e speriamo terminato ieri sera al San Paolo di Napoli; ma Garcia ha tenuto a galla una barca che ha seriamente rischiato di affondare. Ieri sera nell'arcigna dimostrazione pratica del calcio all'italiana, tutta difesa e poco (o niente) attacco, la Roma è riuscita nell'importante impresa di portare a casa un punto che in molte squadre non conquisteranno. In questo senso, il bicchiere è decisamente mezzo pieno. Nella moria di gioco dimostrata nelle ultime cinque uscite, senza alternative tattiche e senza mai dare spettacolo, con l'aggiunta di assenza, quasi, totale di occasioni da gol e tiri in porta, si può essere parzialmente soddisfatti del risultato ottenuto: ossia due pareggi per 0-0 che hanno fruttato un passaggio di turno agli Ottavi di Champions League e hanno ancorato la Roma al treno del secondo posto in classifica, distante solo 3 punti. Con il bulldozer, chiamato Inter, capolista staccata di sette lunghezze. Vuoi per bravura, vuoi per fortuna o per una rosa che tuttavia può raggiungere altri traguardi di quelli sin qui ottenuti, Rudi Garcia sta sta trascinando la Roma fuori da questa zona di pericolo, ma saranno solo i risultati a potergli dare ragione.

CLIMA POSITIVO – Al termine della partita lo spogliatoio della Roma è parso soddisfatto e meno negativo rispetto le uscite precedenti. E' riemerso, in una situazione di vitale importanza, quello spirito di sacrificio collettivo che tanto si andava cercando. Speriamo, allora, abbia ragione Pjanic a dire che "il bello verrà dopo la pausa natalizia", una squadra col fiato corto e in condizione fisica precaria, che con un briciolo di organizzazione in più, ieri, avrebbe potuto anche tentare il colpaccio, contro un Napoli tutto meno che irresistibile. Rudiger, autore di una prestazione fondamentale e di alto livello, combaciata con il santo patrono dei difensori Kostas Manolas, è contento della prestazione difensiva della squadra: "Higuain è un grande, adesso ritroviamo la fiducia". L'ambiente, contaminato, da negatività, ha lasciato trapelare anche discussioni interne allo spogliatoio in un momento assai delicato. La squadra però si è prontamente ricompattata, ottenendo, forse, il massimo con un minimo sforzo.

ALTRA SETTIMANA DECISIVA – Inutile sottolineare come anche la settimana che verrà sarà fondamentale. Mercoledì alle 14.30 c'è un altro obiettivo da raggiungere, la partita casalinga contro lo Spezia Calcio per superare il primo turno di Coppa Italia, trofeo da non ignorare e sottovalutare. Ci sarà probabilmente ampio spazio alle seconde linee, ci sono grandi possibilità di vedere in campo Emerson Palmier, Gyomber, Uçan, Sadiq (ex di turno) e Vainquer. Turn-Over necessario per far rifiatare i titolari, che giocano costantemente da un mese una volta ogni tre giorni, in vista della cruciale partita pre-natalizia contro il Genoa. Vietato fallire, tre punti fondamentali per salutare il pubblico, magari con un piazzamento migliore di quello attuale e guardare con maggior fiducia al futuro che verrà.  

Fonte: DAVIDE APRILINI

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom