La Squadra

L'Attimo Travolgente, la Roma asfalta il Carpi e guarda a Borisov

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 27-09-2015 - Ore 11:35

|
L'Attimo Travolgente, la Roma asfalta il Carpi e guarda a Borisov

Una partita che ci voleva. Il 5-1 rifilato dalla Roma al Carpi non vale solo i tre punti. La Roma rispolvera Gervinho, mette in mostra ancora una volta Salah, Pjanic è sempre più leader e trascinatore di una Roma folle capace di perdere punti importanti e poche ore dopo vincere convincendo.

FUORI IN 45 MINUTI – Il modesto avversario non ha potuto nulla contro le scorribande africane delle due frecce giallorosse Salah e Gervinho, a loro volta supportate da un Edin Dzeko tutto fare e un danzante Miralem Pjanic. A questi si aggiunge un superbo Kostas Manolas, che non perde occasione per ricordare all'ambiente giallorosso che paragoni, e rimembranze, con Benatia sono il passato. Lui è il presente ed un pilastro assoluto della difesa romanista. Gol che sblocca la partita e una prova oltremodo superlativa contro un Borriello in buona forma, unico giocatore pericoloso nella rosa del Carpi. Pjanic chiude i giochi con un gioiello dei suoi e trascina squadra e stadio verso la vittoria. Gervinho sigla il 3-0 e la Roma appagata decide di sedersi sugli allori, quando arriva uno scontatissimo gol di Marco Borriello a ricordare alla squadra di Rudi Garcia che non bisogna proprio sottovalutare nessuno, mai abbassare la guardia: se ancora la lezione non si fosse capita. La Roma fa fuori il Carpi nella prima frazione ma perde per infortunio Keita e Dzeko.

EROI DI GIORNATA – Il secondo tempo prosegue all'insegna di una Roma strabordante che il Carpi non riesce a contenere. Maicon ringiovanisce e fornisce comodi assist e scomode (per gli avversari) incursioni sulle fasce, come in occasione del quarto sigillo romanista firmato Lucas Digne. Il capitano giallorosso prova a festeggiare il suo compleanno deliziando il pubblico con un cucchiaio, Brkic devia quel quanto basta per costringere Salah ad appoggiare il pallone in rete. Francesco Totti è costretto ad abbandonare il campo per infortunio muscolare subito dopo il 5-1 della Roma. Gloria anche per De Sanctis, che dopo i primi fischi e qualche coro ironico nei suoi confronti si riscatta con una miracolosa doppia parata in occasione del rigore calciato da Ryder Matos. La partita scade al 92' con la felicità dei tifosi che per una volta hanno assistito ad una partita dal risultato mai messo in discussione dagli ospiti e senza patemi d'animo. Da sottolineare l'ottima prima uscita in maglia giallorossa di Vainqueur.

TESTA AL BATE BORISOV – La Roma ha già archiviato il Carpi, non vuole commettere lo stesso errore maturato con Sassuolo e Sampdoria. I Bielorussi non vanno sottovalutati, sono arcigni e insidiosi. Complice qualche infortunio è possibile assistere ad una formazione scontata, che tuttavia maturerà solo nei prossimi giorni. I giallorossi, però, dovranno dosare le energie perché in Serie A non bisogna più sbagliare per aprire la 'striscia vincente' tanto bramata da Rudi Garcia.

Fonte: DAVIDE APRILINI - INSIDEROMA.COM

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom