La Squadra

La Roma si ferma ancora, ma guardare avanti è un obbligo

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 24-09-2015 - Ore 11:43

|
La Roma si ferma ancora, ma guardare avanti è un obbligo

La Roma domina la Sampdoria di Walter Zenga per 90 minuti, il risultato invece domina la Roma. Le statistiche non rendono giustizia alla squadra di Rudi Garcia, che si è letteralmente impadronita del rettangolo di gioco. La vittoria per 2-1 firmato dalla rete di Eder e dall'autogol di Manolas, regalano alla Roma la prima sconfitta di questo campionato, attribuendo nuova linfa vitale alle critiche settimanali.

STATISTICHE A CONFRONTO – 24 tiri di cui 8 nello specchio e 10 respinti dal portiere; 67,9% di possesso palla; 57 cross e 18 angoli. Questi i numeri della Roma che ha dominato contro la Sampdoria per 90 minuti. Al contrario, in casa Sampdoria5 tiri, di cui 3 nello specchio ed uno bloccato a terra da De Sanctis32,1% di possesso palla, 13 cross e 4 angoli. Se qualcuno si limitasse alla lettura dei singoli dati statistici penserebbe ad una vittoria schiacciante della Roma. La partita invece terminata 2-1 per la Sampdoria. La scarsa precisione dei cross e la difficoltà della Roma nel trovare giocate e spazi vincenti ha frenato gli uomini di Garcia, che si condannano poi con l'autogol di Manolas a pochi minuti dalla fine.

CLASSIFICA – Ecco allora l'Inter che viaggia a +7 dalla Roma e +10 dalla Juventus (fermata in casa dal Frosinone grazie ad un gol di Blanchard in pieno recupero) con solo la Fiorentina che resta ancorata ai nerazzurri di sole tre lunghezze. Ma siamo solo alla quinta di campionato e, la Roma, con un cambio di rotta, è ancora nelle condizioni di recuperare la strada persa nei confronti dell'Inter. Sin qui la Roma, in 5 partite di campionato ha ottenuto, 2 vittorie, 2 pareggi ed una sconfitta, una partenza a rilento che, complice una classifica che si sta allungando, chiede alla Roma di tornare alla vittoria al più presto e con una certa costanza.

RIPARTIRE SUBITO – Dopo lo stop casalingo con il Sassuolo e la sconfitta di ieri sera, la Roma, riparte subito alle 11.30 in vista del Carpi. Vietato sbagliare e vietato sottovalutare ancora una volta un avversario poco blasonato che ha il merito di aver fatto faticare l'Inter, capolista a punteggio pieno al termine della giornata, e di aver fermato il Napoli sullo 0-0 nella giornata di ieri. Per Seydou Keita è "un problema di testa": la Roma dovrà cacciare via spettri, fantasmi e paure, ritrovare incisività e cinismo ma soprattutto i tre punti.

Fonte: Davide Aprilini - InsideRoma.com

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom