La Squadra

Le Pagelle di Roma-Udinese 4-0: Perotti cambia tutto; Dzeko e Salah padroni del campo, ok l'esordio di Peres

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 20-08-2016 - Ore 21:50

|
Le Pagelle di Roma-Udinese 4-0: Perotti cambia tutto; Dzeko e Salah padroni del campo, ok l'esordio di Peres

La Roma esce vittoriosa per 4-0 nell'esordio casalingo contro l'Udinese di Iachini. Un primo tempo a ritmi blandi scivola al 45' minuto su uno 0-0 che lascia spazio a pochi guizzi e interpretazioni. Nel secondo tempo una Roma più tonica e aggressiva trova il vantaggio su rigore, dall'1-0 in poi in campo c'è solo la squadra di Luciano Spalletti che dilaga sino al 4-0 finale siglato dall'egiziano Momo Salah.

Szczesny 6 – Mai impegnato seriamente, le uniche due insidie arrivano su un cross velenoso nel primo tempo neutralizzato senza problemi dall'estremo difensore romanista e nel secondo tempo su calcio d'angolo, nato un suo liscio risultato poi ininfluente, che Szczesny allontana di pugno. Trasmette sicurezza ai compagni e comanda bene la linea difensiva.

Bruno Peres 6.5 - All'esordio assoluto con la maglia della Roma, Bruno Peres si presenta come un treno instancabile. Corre per tutti i 90' di gioco e non si ferma mai. La situazione in campo è sotto controllo, in fase offensiva compie qualche break importante, destando non poche preoccupazioni a Samir e al portiere Karnezis (vedi tiro velenoso al primo tempo e incursioni sino a fondo campo).

Manolas 6.5 – Sempre attento rende impossibile la vita a Duvan Zapata che non riesce a far valere la propria stazza, vigile e onnipresente dentro e fuori dall'area di rigore della Roma. Esce dolorante dal campo con un risentimento al flessore, da valutare nelle prossime ore.

Vermaelen 6 – Il belga si comporta bene e insieme a Manolas bloccano ogni iniziativa dei friulani. Legge bene tutte le situazioni, un leggero brivido nel secondo tempo quando rischia di essere anticipato dal nuovo entrato Penaranda.

Emerson Palmieri 6 – Più disinibito e libero mentalmente rispetto la presenza al Dragao. Non soffre quasi mai le (poche) azioni che affondano dalla sua porzione di campo. Prova anche qualche break offensivo con poco successo.

Nainggolan 6.5 – La solita grinta e il solito piglio aggressivo che da sempre lo contraddistingue, è coinvolto spesso nelle manovre di gioco della squadra, svaria a tutto campo e si rende protagonista di un assist in scivolata che porta al 3-0 siglato da Edin Dzeko.

Paredes 6.5 – L'argentino gioca tutta la partita, non si tira indietro nei momenti di sofferenza, anche se in fase difensiva nel primo tempo compie qualche errore di posizione. Bene nella cattiveria agonistica. Eccelle in fase d'impostazione soprattutto nella situazione che porta all'assist splendido di Nainggolan per Dzeko, ma anche nel primo tempo con una sventagliata a tutto campo per Salah.

Strootman 6.5 – Grinta, corsa e fatica. Kevin Strootman mette a disposizione tutto quello che può dare ai propri compagni. Prezioso nel riciclare palloni sporchi e utile nel contrastare gli avversari nella linea di metà campo.

Salah 7 – Devastante e sempre pungente. In crescendo costante nell'arco dei 90 minuti, con tanto di exploit finale. Assistman per i compagni e goleador di una Roma in cui lui è sempre più protagonista. Una distinta prestazione.

Dzeko 7 – Ancora una prova convincente di Edin Dzeko che continua sul percorso intrapreso in questo inizio di stagione. Solito sacrificio e coinvolgimento nelle azioni della squadra. Trova subito il gol alla prima di campionato. Rete ampiamente meritata per quanto visto in campo. Potevano essere due, ma uno splendido intervento di Karnezis gli nega la gioia del gol.

El Shaarawy 5.5 – In un primo tempo collettivamente sottotono, l'esterno della Roma soffre la mancanza di spazi, dribbling rapido ma di rado vincente e mai incisivo, viene sostituito all'inizio della ripresa da mister Spalletti.

Diego Perotti 7.5 – Il migliore in campo della Roma. Entra nella ripresa e sconvolge i piani di Iachini, due gol (su rigore) e un assist. Punta costantemente l'uomo andando a cercare la profondità per servire i compagni al centro dell'area di rigore. Un pericolo aggiunto per la retroguardia dell'Udinese che, mixata con le scorribande di Salah sull'altra fascia, ha fatto crollare il muro eretto da Iachini.

Subentrati a partita in corso, senza voto: Fazio e Juan Jesus.  

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom