La Squadra

LIVE PINZOLO - Conferenza di presentazione di Gerson - Baldissoni: "Benvenuto"; Gerson: "E' un onore essere qui. Voglio dimostrarlo" (Video)

condividi su facebook condividi su twitter Di: Chiara Barberis 10-07-2016 - Ore 12:30

|
LIVE PINZOLO - Conferenza di presentazione di Gerson - Baldissoni:

Siamo al secondo giorno di questo ritiro estivo a Pinzolo per i giallorossi di Luciano Spalletti. Dopo la seduta mattutina di allenamento iniziata alle ore 09.30, il nuovo giocatore della A.S. Roma Gerson viene presentato in conferenza stampa dal dg Baldissoni.

Baldissoni: "Buongiorno e benvenuti, oggi presentiamo questo giovanissimo ragazzo che ha già un discreto prestigio internazionale. Ha esordito nella Fluminense segnando 8 goal, giocando 63 partite. Per noi è un grande onore sia venuto qui con noi, sperando possa replicare il successo di altri suoi connazionali precedentemente stati con noi".

Descrivi le tue caratteristiche tecniche e il ruolo che preferisci interpretare nella linea mediana.

"Mi piace arrivare alla conclusione da fuori area o offrire assist ai miei compagni. Sono felice di essere qui. Farò del mio meglio".

Cos’è per te la Roma adesso e cos’era quando eri in Brasile?

"Penso sia un grande team e sono felice di essere qui e voglio dimostrarlo. Sono pronto a fare del mio meglio".

Per te lasciare il Barcellona non dev’essere facile.. Come mai hai scelto la Roma?

"Ho scelto la Roma perché anche la Roma era una grande squadra. La scelta migliore per me in questo momento".

Ti sei ispirato a qualche altro giocatore del passato? Che difficoltà puoi incontrare nel calcio italiano?

"Falcao è stato un grande giocatore, anche se non l’ho mai visto giocare. Le difficoltà.. se giocherò dando il mio meglio non avrò problemi".

Senti la responsabilità della tua fama?

"Ringrazio per la considerazione e gli elogi. Comporta responsabilità, ma sono pronto a fare del mio meglio".

È vero che sul contratto c’è una clausola per cui se dovessi vincere il pallone d’oro il Barcellona avrebbe diritto d’acquisto?

"No".

Quali sono i tuoi obiettivi qua a Roma? Qual è stata la tua prima impressione di Pinzolo e dei compagni?

"La Roma ha dei grandi obiettivi e spero di contribuire. Mi trovo bene qui, mi sento felice".

Che rapporto hai con tuo padre? Perché non avete deciso di venire qui prima?

"La relazione con mio padre è ottima, abbiamo molto dialogo. Abbiamo ritenuto che tornare in Brasile fosse la cosa migliore, ma nella testa volevo tornare in Italia. La Roma non potendolo tesserare in corso di anno, ha ritenuto fosse la cosa migliore per lui farlo continuare a giocare in Brasile".

Hai parlato con Totti di quell’episodio relativo alla tua foto con la maglia numero 10, magari scherzando?

"Quella maglietta è stata un regalo che ho accettato molto volentieri. È la maglia di uno dei migliori giocatori del mondo".

Sei arrivato a Roma molto voluto da Sabatini, ti ha dato dei consigli? Perché hai scelto il numero 30?

"Ringrazio Sabatini, perché ha fatto di tutto per farmi venire qui e sono pronto a fare il mio meglio. Ho scelto il numero 30 perché al mio esordio nella Fluminense il mio numero era quello".

DALLA NOSTRA INVIATA A PINZOLO CHIARA BARBERIS 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom