La Squadra

LIVE TRIGORIA - CONFERENZA STAMPA GARCIA: "Daremo tutto. Sono sereno"

condividi su facebook condividi su twitter Di: Chiara Barberis 19-12-2015 - Ore 13:15

|
LIVE TRIGORIA - CONFERENZA STAMPA GARCIA:

Alla vigilia del match contro il Genoa che si terrà domani domenica 20 dicembre alle ore 15.00, il mister giallorosso Rudi Garcia incontra i giornalisti nella sala stampa del centro tecnico "Fulvio Bernardini" alle ore 13.15.

Qui di seguito le parole del tecnico. 

Che partita sarà Roma- Genoa?

Sarà una bella lotta. L'unico obiettivo è prendere i tre punti.

Potrebbe essere la sua ultima partita sulla panchina della Roma..

La mia unica battaglia è vincere domani. Sono sereno e combattivo, aldilà del fallimento in Coppa Italia. 

Come mai si è arrivati a dire che domani potrebbero essere i novanta minuti decisivi per lei?

Perché dall’8 novembre non vinciamo. L’unico vero fallimento dell’anno è stato uscire in Coppa con lo Spezia, ma intanto ci siamo qualificati agli ottavi di Champions.

Quali sono le decisioni per rivitalizzare il gioco e la squadra? Iturbe ci sarà? Gervinho è pronto?

Iturbe e Gervinho ci saranno. Ci sarà da ritrovare entusiasmo, freschezza fisica, verve, ma nella seconda parte del campionato giocheremo di meno, quindi saremo più riposati. Il ritiro che stiamo facendo non è punitivo, ma ci parliamo, anche singolarmente, per vedere dove siamo e soprattutto dove vogliamo andare.

Sente la vicinanza della società in questo momento?

Si, ogni giorno si prendono decisioni e si cercano soluzioni. Nel calcio basta vincere.

I tifosi lamentano una scarsa assunzione di responsabilità. Lei si sente colpevole?

Ovviamente ne ho una parte e me l’assumo. Ora non è facile giocare all’olimpico. Ci manca il cuore della nostra tifoseria. Non è un alibi, ma giocare senza pubblico o alle 14.30, ti fa mancare qualcosa.

È lei il problema della Roma?

Io se non mi sento più utile per la mia squadra, mi farò da parte. Non mollo, finché non è così. Sono contento della mia rosa di quest’anno e di quello che stiamo facendo. Sapevamo che potevamo non passare il girone, ma ce l’abbiamo fatta. Io penso a quest’anno, abbiamo perso giocatori importanti, siamo ancora il secondo migliore attacco in serie A. L’unico fallimento è la Coppa, perché ci tenevo, ma siamo a tre punti dal secondo posto.

L’atteggiamento dei giocatori contro lo Spezia è stato dimostrazione di non prontezza? Non le sembra di essersi immolato in difesa dei giocatori e della società?

Lavoriamo tutti insieme, sono contento dei miei rapporti con i dirigenti. La mia fiducia per i giocatori c’è. Il problema della squadra è stato di avere uno spirito fantastico in trasferta e poi in casa contro Atalanta e Spezia comportarsi diversamente. Sicuramente su questo c’è da pensare. Bisogna sapere come fare in modo perché ciò non succeda. Ho molte energie e in parte le userò per far capire ai giocatori come non cadere. Purtroppo l’eliminazione in Coppa è arrivata in un momento in cui non potevamo permettercelo.

La squadra è immatura, presuntuosa?

Troveremo delle soluzioni, perché ci sono cose da cambiare. La squadra è migliorabile, ancora giovane, nuova. Ma ha imparato molte cose intanto.

Cosa le hanno detto i giocatori quando lei ha chiesto quali sono i problemi? Informazioni sul mercato?

Sono sempre in contatto con Walter, cerchiamo di migliorare la squadra. Lo spogliatoio per me è un luogo sacro. So prendere delle decisioni, è il mio mestiere. Ho uno staff di qualità, ma ascoltiamo anche i pareri dei giocatori intelligenti e leader. Siamo una squadra, siamo uniti e vogliamo fare meglio. Ma la base è domenica alle 15.00.

DALLA NOSTRA INVIATA A TRIGORIA CHIARA BARBERIS.

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom