La Squadra

TRIGORIA. Conferenza stampa Garcia: "Domani è una bella opportunità per mostrare rispetto per il calcio"

condividi su facebook condividi su twitter Di: Chiara Barberis 31-10-2014 - Ore 15:17

|
TRIGORIA. Conferenza stampa Garcia:

Siamo alla vigilia del delicato match in casa Napoli, che si terrà domani, sabato 01 novembre alle ore 15.00. La squadra, grazie alla vittoria sul Cesena, si trova in vetta alla classifica, a 22 punti, con la Juventus, fermata al Ferraris dal Genoa. I bianconeri saranno ospiti dell'Empoli lo stesso giorno alle ore 18.00

Queste le parole del tecnico giallorosso Rudi Garcia che incontra a Trigoria i giornalisti: 

-Keita o De rossi, se Manolas non dovesse esserci?

"Speriamo riesca Mnolas, abbiamo ancora un allenamento oggi pomeriggio"

-Trasferta più difficile della stagione a livello ambientale?

"Ogni trasferta lo è. Sarà difficile, ma andremo con ambizione, cercando il risultato positivo"

-Si sente di dare un messaggio riguardo questa partita?

"Amicizia, rispetto per gli altri colori, il bello del calcio è riunirsi intorno alla stessa passione".

 

-          L’anno scorso due trasferte lì non andarono bene. Cosa ha imparato?

 

È vero abbiamo vinto in casa e perso in trasferta. Dobbiamo dimostrare che siamo migliorati, anche giocando ogni 3 giorni. Sappiamo che andare a Napoli è difficile per tutti, ma siamo primi, ora, quindi abbiamo i parametri positivi per fare bene.

 

-          Destro?

 

Tutto quello che viene detto nello spogliatoio resta nello spogliatoio. Un giocatore pensa a se stesso, è normale, sono stato giocatore anche io.

 

-          Roma-Napoli viene dopo procure, indagini, tragedie.. un momento per il calcio italiano difficile e importante.. Lei cosa si sente di dire?

 

Io posso paragonare con il periodo che ho vissuto in Francia. Non ci si dovrebbe mai chiedere se portare un bambino oppure no. il calcio dev’essere una festa. Giocatori e allenatori, tutti, abbiamo una responsabilità. Dobbiamo dare un esempio.

 

-          Allegri è stato messo sotto torchio. La Roma fa più paura di quella dell’anno scorso, oppure Conte era migliore?

 

Non me ne occupo. Io lavoro con la mia squadra. Faccio il mio mestiere professionalmente. Sugli altri team e gli altri rapporti non mi pronuncio, non è mio compito.

 

-          La classifica, ad oggi, rispecchia quello che si è visto?

 

Ci sono ancora tante partite. La classifica non dice come finirà il Campionato. Sarà sicuramente diverso dall’anno scorso, a parte il fatto che non deve cambiare per noi avere o il primo o il secondo posto.

 

-          Iturbe è stato sostituito meno di un’ora prima del solito. In questo momento è un ragazzo che non ha ancora capito cos’è la Roma o non è al 100% sul piano fisico?

 

Il calo è fisico e non gli permette di esprimere tutta la sua velocità. Solo questo. Ha capito il nostro gioco, ha fatto dei goal.

 

-          Dopo il Napoli la Roma dovrebbe avere un calendario un po’ più agevole rispetto alla Juventus. Questo può aiutare?

 

Sì, perché spero tornino giocatori dall’infermeria. Ci sarà la sosta, le nazionali. Io non dico mai se un calendario sia facile o no.. ora mi concentro sul Napoli e sulle nostre forze. Spero di non avere problemi in difesa centrale.

 

-          Questo modo di impiegare Destro è il massimo che lei può offrire al giocatore in questo momento?

 

Mattia non è sotto gli altri, nella mia testa. Teniamo conto di molte cose.. atteggiamento, se si giochi in casa oppure no, contro chi giochiamo, eccetera. Ho la possibilità di scegliere fra i miei sette attaccanti.

 

-          Per risollevare la situazione, ha pensato che anche il risultato della Juventus con il Genoa possa aver aiutato?

 

Non è vero che lo spogliatoio era sotto tono. Abbiamo sempre un atteggiamento positivo e la voglia di migliorare. Sono contento del gruppo, e questo è un vantaggio importantissimo durante questa stagione, perché un gruppo così unito è sempre la base per fare bene.

 

-          Arbitra Tagliavento. Teme poca serenità arbitrale?

 

No, ho fiducia nei sei giudici di gara. A volte c’è da dire qualcosa, a volte no. 

 

DALLA NOSTRA INVIATA A TRIGORIA CHIARA BARBERIS

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom