La Squadra

TRIGORIA - CONFERENZA STAMPA GARCIA: "A Udine vogliamo i 3 punti, mi aspetto che gli attaccanti prendano per mano la squadra"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-01-2015 - Ore 15:20

|
TRIGORIA - CONFERENZA STAMPA GARCIA:

Siamo alla diciassettesima giornata di Campionato. La Roma troverà nella calza della Befana l'Udinese di Stramaccioni ad Udine, alle 12.30. I giallorossi di Rudi Garcia si trovano a soli tre punti di distanza (+36) dai bianconeri di Allegri, che, invece, si scontreranno a Torino con l'Inter alle 21.00. 

Il 6 gennaio è una data delicata e fatidica per la squadra della Capitale che, proprio in quel giorno, ha subìto, infatti, alcune tra le più pesanti sconfitte. C'è da augurarsi che questa volta le vacanze di Natale e l'inizio del nuovo anno non abbiano portato distrazione. Altro neo che può causare incertezze e problemi sul campo contro l'Udinese potrebbe essere rappresentato dal prossimo incontro, il derby in casa l'11 gennaio. A Garcia la delicata scelta di chi schierare in campo domani e chi, invece, preservare per la Lazio. L'importante è non avere la mentalità tutta proiettata verso domenica prossima, perdendo di vista gli obiettivi volta per volta o sottovalutando l'avversario che ci porta la Befana. 

Step by step, Rudi. 

Il tecnico della Roma incontra oggi alle 13.15 in conferenza stampa i giornalisti, alla vigilia del match, DAL NOSTRO INVIATO EDUARDO BARONE 

CLICCA QUI E AGGIORNA IL LIVE ! Queste le sue parole da Trigoria: "Le condizioni di Totti e Destro? Sono tornati bene ieri e sono a completa disposizione per prendere i 3 punti a Udine, un campo difficile. Ma se giochiamo come sappiamo ce la possiamo fare. Gervinho e Keita mancano? Lo sappiamo dall'inizio della stagione questa cosa, ma ho una rosa ampia e completa, sia a centrocampo che in attacco. Sarà l'opportunità giusta per gli altri". Strootman? Più si allena e più migliore. Mi sembra carica e motivato ma non solo da oggi. Mi sembra vicino alla forma perfetta. Iturbe è una soluzione ma non la sola. Ho delle scelte da fare in attacco, un reparto dove ultimamente non stiamo andando bene e dobbiamo migliorare.Serve un attaccante da 20 gol a stagione? Abbiamo problemi di gol ed è vero, ma preferisco più giocatori che possono segnare piuttosto che uno solo che ne fa tanti ma imprescindibile. Destro è un bomber di qualità, è allo stesso livello degli altri e ha l’opportunità di trascinare la squadra. Quest’anno dobbiamo vincere qualcosa nelle tre competizioni di quest’anno. Sconfitta contro la Juve un alibi? Preferisco essere positivo che negativa, la squadra non si è fissata solo su una partita, ma guarda anche al futuro. E così anche io. La Roma senza Gervinho deve cambiare? Non tanto sul tattico, quanto sulle responsabilità. Gli altri giocatori se la devono prendere. Un esempio positivo è Ljajic, che lo ha fatto. Mi aspetto dagli altri la stessa cosa. Dove migliorare? Più efficaci in difesa e in attacco, la nostra filosofia di gioco non deve cambiare: dare tutto per questa maglia. Questo il mese decisivo? Non penso, il campionato è ancora lungo. I conti si fanno solo alla fine. Iturbe? Ho tanta fiducia in lui anche per tutto l’impegno che mette in allenamento. Alla Roma farà bene. Reparto da migliorare? Sono contento del rinnovo di Florenzi, può fare tutto lui, anche il portiere. Dopo Totti e De Rossi, Florenzi è il futuro della squadra”. 

 

 

 

 

 

 

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom