La Squadra

LIVE TRIGORIA- Garcia in conferenza stampa: "Domani voglio l'atteggiamento degli ultimi 25 minuti con la Juve"

condividi su facebook condividi su twitter Di: Chiara Barberis 07-03-2015 - Ore 13:15

|
LIVE TRIGORIA- Garcia in conferenza stampa:

Siamo alla giornata numero 26 che domani alle ore 15 vedrà scontrarsi Chievo e Roma, in casa Chievo. La Roma è reduce dal pareggio contro la Juventus per 1-1 e giovedì alle ore 21 sarà impegnata in Europa League nel match di andata contro la Fiorentina a Firenze. 

Queste le parole del tecnico giallorosso che alle 13.15 incontra in giornalisti nella sala stampa del centro tecnico "Fulvio Bernardini" a Trigoria. 

Può essere domani la partita della svolta, guardando l'intensità degli ultimi 25 minuti con la Juve?

Ovviamente è quella l'intensità che mi aspetto.

Pjanic e Manolas come stanno?

Hanno recuperato.

Gervinho quest'anno è cambiato dopo la Coppa d'Africa?

In Europa League ha segnato sia all'andata sia al ritorno. Con la Juve nessuno ha potuto trovare spazi, non solo lui. Mi auguro di avere sempre il Gervinho dell'Europa League, anche in Campionato.

Qual è il suo stato d'animo in vista di questa partita, guardando il passo falso della Juve?

Guardo i miei, sono motivato, andiamo là per vincere.

Qualcosa che vorrebbe dimenticare di questa stagione?

Niente. Tutto ci dà esperienza per far meglio. 

Scelta su Doumbia rispetto a Salah. Perché?

Per un centravanti al posto di destro. E' un giocatore polivalente, per dare più possibilità nelle scelte.Abbiamo preso anche Ibarbo. Parlerà il campo per loro. 

 

Totti 1840 minuti. 1860 quest’anno con un anno in più e partite in più. Quanto condiziona la squadra? Totti spremuto. Gervinho affaticato. Da domani chi ha bisogno in avanti?

 

Gervinho non ha giocato da centravanti nelle ultime due partite. Francesco ha giocato bene, ci sono stati anche due attaccanti in meno, Gervinho, Iturbe, ecc. allora dobbiamo richiedere un po’ di più ai giocatori validi per giocare. Ora stanno tornando tutti e avrò più scelte per avere più giocatori in attacco, dove c’è da attaccare ma anche da dare una mano alla squadra sul piano difensivo, dove i numeri non sono male.

 

Parla ancora di scudetto, vista la ultima Juve?

 

Noi ora difendiamo bene il secondo posto.

 

Che periodo sta vivendo De Sanctis?

 

Sta benissimo, è uno dei reparti difensivi migliori d’Europa e secondo in Italia. È più semplice giocare una partita a settimana, alternato a Skorupski. Sono molto contento di loro.

 

C’è un motivo per cui lei non fa quasi mai cambi a fine primo tempo?

 

Ogni partita  è diversa dall’altra, ma qualche volta è successo.

 

Possesso palla un po’ lento.. perché?

 

Il possesso palla non è fatto per non avere occasioni. Difendiamo bene, finché sono gli avversari ad avere palla. È una identità di gioco che ci deve portare a trovare spazi, lavoriamo ancora su questo a velocizzare.

 

Lazio e Fiorentina.. bisogna fare  attenzione..

 

Ogni squadra che lotta in alto può cambiare la classifica, ma noi non abbiamo paura di nessuno, come ha detto bene Adem. Ci sono ancora 3 mesi di competizioni, vogliamo superare il turno in Europa League e prendere più punti possibili in Campionato. Questo solo con lo stesso atteggiamento.

 

Rinnovo Keita. Deve restare a Roma?

 

Non è il momento di parlare di mercato. Io sono contento di lui, della sua leadership. Ha esperienza, è interessante, gioca bene. Darà tutto per la squadra come sempre, anche in questi tre mesi che restano. 

DALLA NOSTRA INVIATA A TRIGORIA CHIARA BARBERIS

 

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom