La Squadra

LIVE TRIGORIA - Garcia in conferenza stampa: "Domani giochiamo per vincere. Per gli infortuni approfittiamo della sosta. Serve continuità."

condividi su facebook condividi su twitter Di: Chiara Barberis 03-10-2015 - Ore 13:30

|
LIVE TRIGORIA - Garcia in conferenza stampa:

Domenica 04 ottobre alle ore 15 la A.S. Roma sarà ospitata dal Palermo, per disputare la settima gara stagionale. La squadra di Rudi Garcia si trova, attualmente, al quarto posto in classifica con 11 punti, a parimerito con il Chievo e l'Atalanta e a -4 dalle capolista Inter e Fiorentina, che, invece, giocheranno sempre domenica, ma rispettivamente alle 15 a Genova contro la Sampdoria e alle 20.45 in casa contro l'Atalanta. La Lazio, a un punto di distacco, ospiterà all'Olimpico il Frosinone alle 18, sempre domani. 

Giornata calcisticamente molto intensa, dunque. Giornata decisiva, o quasi, anche per quanto riguarda le sorti del mister Garcia, ultimamente sotto le luci dei riflettori, discutissimo per scelte e condotta. Sarà un match impegnativo in Sicilia e richiederà molta attenzione e cura nella preparazione. Una sorta di test, il cui unico esito positivo e ammesso è la vittoria e i tre punti riportati a casa. 

Oggi, proprio alla vigilia di quest'importante gara, il tecnico giallorosso incontra nella sala stampa del centro sportivo "Fulvio Bernardini" i giornalisti alle 13.30. Qui di seguito le sue parole. 

- Quali sono le condizioni degli infortunati?

Keita e Totti avranno i 15 giorni della sosta per star meglio. Vedremo. Per gli altri infortunati speriamo non duri troppo la loro assenza. 

Come si gestisce una sconfitta pesante come quella di Borisov?

Ci sono state cose buone e cose meno buone. Dobbiamo aver più continuità. La partita più importante comunque è sempre quella che deve arrivare. Tutti hanno voglia di continuare la striscia postitiva iniziata contro il Carpi. Sarà difficile a Palermo, ma andremo per vincere.

Pallotta ha mandato messaggi di fiducia. Li ha letti o glielo ha detto direttamente?

Io e i miei dirigenti siamo sempre in contatto. 

-Come interpreta il fatto di non essere riuscito a trasmettere ai giocatori da tre anni la mentalità della vittoria? 

Per essere arrivati secondi più anni di fila, la squadra non ha una mentalità sbagliata. Dobbiamo aver più continuità nella gara e nei risultati. 

-Come sta il gruppo? È soddisfatto dai lavori dello staff atletico in settimana? 

Siamo uno staff unito. Non si può fare un secondo tempo, senza aver la giusta forma fisica, come a Borisov. 

-C’è un clima abbastanza grigio intorno alla squadra in città.. se ne sarà accorto..

Se si vince, tutto va bene. Se non si vince, anche giocando bene, le cose non vanno. Io devo essere motivato, crederci sempre, io devo mettere tutto in campo per questo bellissimo gruppo. Il mio sogno di vincere con loro è sempre lo stesso. Devo tirare fuori il meglio dei miei giocatori. Il resto non mi riguarda. Mi interessa il campo, è sempre il campo che parla. 

-Gli obiettivi oggi sono gli stessi di inizio stagione? E’ ancora per lei l’anno giusto? 

Siamo in corsa per tutti gli obiettivi. Andare in alto in classifica. L’obiettivo principale è ancora qualificarci in Champions. Dovremmo fare risultato a Leverkusen. 

-Si è pentito di essere rimasto a Roma? 

Per niente. Sono contento di stare qua. Mi trovo bene con tutti. Facciamo di tutto per riuscire bene. Quando sfrutteremo la potenzialità di questa rosa al 100% uscirà il meglio. Per ora comunque penso a Palermo e a nient’altro. 

DALLA NOSTRA INVIATA A TRIGORIA CHIARA BARBERIS. 

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom