La Squadra

Niente paura

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-04-2014 - Ore 08:02

|
Niente paura

Il volto scuro di Rudi Garcia, al ritorno da Cagliari, tradiva già l’ansia per quello che succederà sabato. Contro l’Atalanta, a giudizio del tecnico una delle formazioni più pericolose della Serie A, la Roma dovrà infatti fare a meno di quattro dei suoi uomini migliori (e titolari): non ci saranno, gli squalificati Pjanic, Destro e Florenzi. E non ci sarà anche un altro dei punti fermi della squadra, Benatia, per il quale si prevedono almeno tre settimane di stop. La Roma teme una lesione muscolare alla coscia sinistra, il marocchino non si è sbilanciato domenica sera, ma chi lo ha visto all’aeroporto lo ha descritto come piuttosto abbattuto per il guaio muscolare che rischia di fargli saltare il finale di stagione.

Daspati Oggi saranno valutate le sue condizioni, contemporaneamente la squadra riprenderà ad allenarsi con la consapevolezza, da parte di Garcia, che le scelte per far fronte all’emergenza sono piuttosto obbligate: in difesa ci sarà Toloi, a centrocampo Taddei, in attacco, con il rientro di Totti — anche lui non al meglio per un fastidio muscolare — l’inamovibile Gervinho e uno tra Bastos e Ljajic. In teoria dovrebbe giocare il serbo («se non ora, quando?» si chiedevano ieri i tifosi), in pratica il brasiliano sembra averlo scavalcato nelle gerarchie, soprattutto dopo il primo gol al Sassuolo, e la sua candidatura è da non sottovalutare. Adesso sta a Ljajic convincere Garcia: ha quattro giorni a disposizione, fondamentali per far vedere al tecnico (che lo ha paragonato a un calciatore ormai affermato come Hazard) che nella Roma di oggi — e soprattutto di domani, quando ci sarà la Champions — c’è posto anche per lui. Nel frattempo, la squadra si aggrappa alle sue certezze: De Rossi, il calciatore che in questa Serie A ha messo insieme più passaggi riusciti (1757), Nainggolan (anche se deve stare attento ai cartellini: è diffidato), Totti e Gervinho. Cagliari però lascia un’altra eredità: i tifosi daspati per il ferimento di un poliziotto e una steward. In totale sono 7 (solo 4 accusati però di lesioni), ma si stanno visionando altri filmati.

Rebus Balzaretti Titoli di coda su Balzaretti. Non gioca da novembre, il suo rientro slitta di settimana in settimana e per quanto a Trigoria tutti stravedano per lui, la società a fine stagione ci parlerà con il giocatore per decidere insieme il futuro. La pubalgia che lo tormenta da mesi non lo lascia neanche allenare, il suo contratto scade nel 2015 ma non è detto che, se non ci saranno determinate garanzie sul suo recupero fisico, le strade non possano separarsi con un anno d’anticipo.

Fonte: Gazzetta dello Sport - ZUCCHELLI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom