La Squadra

Pinzolo nel segno di Spalletti e domani la prima amichevole stagionale

condividi su facebook condividi su twitter Di: Davide Aprilini 12-07-2016 - Ore 23:00

|
Pinzolo nel segno di Spalletti e domani la prima amichevole stagionale

DAL NOSTRO INVIATO A PINZOLO DAVIDE APRILINI - Nel quarto giorno di questo ritiro in Val Rendena Luciano Spalletti è protagonista assoluto. Dopo aver lasciato il pomeriggio libero ai suoi uomini ed aver rinunciato a scendere in campo a causa del diluvio che si è abbattuto su Pinzolo, il tecnico di Certaldo si è presentato alle 16.00 in Conferenza Stampa dove ha risposto alle domande dei giornalisti. Conferenza inaugurale per mister Spalletti che inizia subito stringendo la mano a ogni singolo addetto ai lavori presenti in sala stampa: “Scusate qualche istante ma voglio salutare e stringere la mano a quelli che saranno i miei compagni di viaggio”.

LA CONFERENZA - per una Roma low-profile che non vuole avere tutte le luci dei riflettori puntati su di sé. Sincero e trasparente nelle risposte, senza peli sulla lingua, diretto e autorevole quando il caso lo richiede; è così che Luciano Spalletti imposta la nuova stagione dal punto di vista mediatico. Parlando dei propri giocatori esprime giudizi sui nuovi acquisti e sui grandi ritorni, in particolare c'è grande attesa su Alisson, Gerson, Iturbe e Paredes, cui si aggiunge il nuovo terzino Mario Rui: “Alissonmi piace, ha grande personalità e fisico. A Iturbeho detto che sono curioso di vedere le sue qualità. Paredesha piede e qualità di scelta, Mario Rui ha carattere e disponibilità, può sostituire Digne. Gerson ha qualità, bisogna trovargli un ambiente perché lui le possa mettere a frutto e a disposizione del gruppo”. Parole di elogio anche per il neo acquisto giallorosso, Juan Jesus. Il difensore brasiliano ormai ex Inter è atteso a Pinzolo già nelle prossime ore e Spalletti spende ottime parole lui: "Juan Jesus è un giocatore di prima qualità e noi cerchiamo solo giocatori di prima qualità calcolando ciò che la società può permettersi". Tra i giocatori più acclamati e in forma di questi primi giorni del ritiro a Pinzolo c'è senza dubbio Kevin Strootman, su di lui il tecnico si è così espresso: "Per fare una buona squadra c'è bisogno di diversi leader in una squadra come la Roma. Strootman è uno di questi. Il ragazzo ha bisogno di un periodo di partite dove non sarà al massimo della sua qualità individuale fatta vedere in precedenza. Ha bisogno di continuità e adattamento allo stress. Strootman è uno forte, molto forte". Oltre che giudizi sui singoli, Luciano Spalletti ha anche dato alcune lezioni tattiche, parlando del posizionamento in campo di alcuni dei suoi giocatori e del piede invertito per i terzini e per le ali. Differenti il discorso del primo caso dal secondo poiché in fase d'impostazione, dice Spalletti, è preferibile utilizzare il proprio piede naturale; mentre in fase offensiva si possono creare occasioni importanti. Tutta la decisione, la grinta e la tenacia di Luciano Spalletti si vedono nella parte conclusiva della Conferenza Stampa, a domande esaurite, l'allenatore giallorosso non saluta i presenti, bensì lascia spazio ad ulteriori domande improvvisate, subito si parla della gestione Totti, cui lui replica ardentemente: "Penso che l’anno scorso abbia evidenziato che il modo di gestirlo correttamente è quello li. poi dipenderà da quello che mette in campo. L’anno scorso ha fatto vedere di poterlo usare anche di più. Come non ero d’accordo con qualcuno che lo voleva sempre in campo, non sono d’accordo con chi ha iniziato a scrivere che è l’ultimo anno. Volete fare il tour dell’ultimo stadio, ultimo avversario, volete fare così? Non sono io che posso dire quando Totti deve smettere, e non siete voi. C’è il mio pensiero, il tuo pensiero. Totti deve avere la possibilità di continuare a giocare, perché deve smettere per forza?. Lo volete fare smettere. Scrivete che sarà l'ultima stagione, quando vi fa comodo scrivete Dzeko via quando fa gol Totti. Quando fa comodo scrivete di 73 collaboratori. Finiamo di Totti: secondo me il tempo che intercorrerà non sarà per forza un anno. Lui deve smetter quando gli pare, come ho sempre detto. Perché caricarlo di responsabilità dell'ultima partita. Mi avete attaccato perché volevo farlo smettere, è scorretto. Siete scorretti se dite che deve smettere. E' il campionato che lo decide. Il comunicato è il comunicato, io non vado a sindacare quando e come deve smettere. E' una notizia che deve smettere a fine anno? Avete il desiderio che smetta, altrimenti non scrivereste così. Non l'ho mai detto lo scorso anno, non lo dico ora. Se fa quello che ha fatto nessuna preclusione, come lui non c'è nessuno. Se ha ancora le caratteristiche di poterci aiutare, Totti gioca. Non è quello che gli state preparando la cosa corretta. Gli state preparando il ciondolino dell'ultima stagione. E' scorrettissimo”.

MERCOLEDI 13 LUGLIO – Nella giornata di domani la Roma svolgerà l'allenamento mattutino, tempo permettendo. Il meteo infatti minaccia pioggia fino alla giornata di Giovedì. Nel pomeriggio è prevista l'amichevole contro l'AC Pinzolocampiglio alle ore 17.00 presso lo Stadio Pineta. I tifosi della Roma potranno assistere all'incontro acquistando il biglietto anche il giorno della partita dalle 10.00 alle 18.00 presso la biglietteria del villaggio Trentino. 

Fonte: DAL NOSTRO INVIATO A PINZOLO DAVIDE APRILINI

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom