La Squadra

QUI USA: alla scoperta di Boston, "The Hub"

condividi su facebook condividi su twitter Di: Francesca Ceci 02-08-2013 - Ore 19:30

|
QUI USA: alla scoperta di Boston,

La squadra giallorossa è atterrata a Boston, dove svolgerà la seconda parte della tournée negli Stati Uniti. Si allenerà per quattro giorni nelle strutture di Harvard, a Cambridge. È la fase di scarico della tournée americana, quella che anticipa il gran finale, con la partita di Toronto (7 agosto) ed il galà finale con il Chelsea (10) a Washington.

Andiamo insieme alla scoperta della città natale del presidente James Pallotta.

Boston. Un perfetto connubio tra il passato e l’avanguardia, tra l’America e l’Europa. Gli americani hanno dato mille soprannomi a questa splendida città. Quello preferito dai bostoniani è The Hub, ovvero “il centro di tutto.

Fu fondata nel 1630 dai coloni puritani inglesi, in fuga dalle persecuzioni della madre patria e guidati da John Winthrop. Divenne colonia sei anni più tardi, nel 1636, con il nome di Massachussetts Bay. 

Fu subito un centro culturale importante; nel  1634 fu fondata la Boston Latin School, ancora oggi un esclusivo liceo pubblico. Per i suoi laureati fu fondata Nel 1636, l'HarvardUniversity famosa e prestigiosa università situata nella contigua Cambridge,  l'università con il più grande patrimonio al mondo, attualmente circa 34 miliardi di dollari. Nel 653 aprì a Boston la prima biblioteca pubblica e nel 1704 uscì il News-Letter, il primo giornale delle Tredici Colonie. 

Ad East Boston, quartiere popolare della città, c'è un colle che si chiama Orient Heights e che fu la destinazione dei primi immigranti italiani. Il centro statunitense dell'ordine Don Orione si trova a Orient Heights, con un santuario e una statua famosa della Madonna. Anche oggi Orient Height è la zona di Boston più ricca di italofoni. Dopo Orient Heights, il North End è la zona che è più vicina al concetto di una "Piccola Italia", con molti ristoranti anche se recentemente la vita culinaria è diventata più variata e diffusa in tutta la città, soprattutto nei quartieri benestanti di Back Bay e del South End. Nonostante l'esistenza di zone di una certa concentrazione di italiani oggi rimangono pochi emigrati italiani e la maggior parte degli italo-americani sono già assimilati.

Boston ha occupato e tutt'oggi occupa un ruolo di primo piano nel panorama intellettuale, culturale e scientifico del paese. Nella zona di Boston vi sono oltre 50 college e università. 

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom