La Squadra

ROMA-CHIEVO 1-0, SALA STAMPA. GARCIA: "Ho detto ai miei di essere pazienti. Il gol frutto del lavoro degli attaccanti"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 31-10-2013 - Ore 23:38

|
ROMA-CHIEVO 1-0, SALA STAMPA. GARCIA:

Roma in difficoltà un po' nel primo tempo, ma lei lo aveva detto. Cosa non le è piaciuto?
Non mi ero sbagliato. E' stata la partita più difficile. Innanzitutto voglio dire che il Chievo non merita l'ultimo posto: se continuano così, cambieranno velocemente la loro classifica. Noi però sappiamo che non possiamo giocare sempre benissimo. Avevamo l'opportunità di segnare e ho detto ai miei di essere pazienti. 

E' sorprendente che una squadra che ha il miglior attacco ha come miglior marcatore Florenzi...
Io preferisco avere 11 giocatori che hanno segnato che un solo goleador, che si infortuna e lascia la squadra senza gol. Mi pace che il pericolo venga da tutte le parti. Oggi però per Marco era difficile, perché la prestazione dell'attaccante dipende da quanti palloni gli arrivano.

Il Torino lascia giocare. Potreste avere meno difficoltà nell'affrontarli?
Non lo so. Sicuramente quando il Torino gioca queste partite c'è spettacolo. Per il momento so che abbiamo un giorno di riposo in meno. Nello spogliatoio non abbiamo festeggiato tanto però, perché siamo concentrati sulla prossima partita.

Cosa pensa degli errori arbitrali a favore di Juventus e Napoli?
Ognuno fa il suo lavoro. Io faccio l'allenatore e voglio che la mia squadra vinca. Voglio vedere la mia squadra felice quando segna e alla fine quando vince. Il resto non mi interessa.

A Torino mancherà Castan. Ma siete davvero così cattivi? Prendete molti gialli...
A Torino Leo si riposererà e sarà positivo per lui. Penso che sia normale. Gli arbitri fanno il proprio lavoro. Non sono preoccupato dell'assenza di Castan. Gli altri hanno grande voglia.

Chi dei due le manca di più: Totti o Gervinho?
Gli avversari sono sempre diversi, ma oggi ci è mancata un po' di pronfodità perché mancava Gervinho. E' normale che se ci fosse stato lui sarebbe stato meglio. Ma anche Francesco è mancato, perché lui è uno che fa giocare gli altri. Mi è piaciuto Florenzi quando è entrato: abbiamo sfruttato il suo lavoro e quello di Ljajic, tanto che abbiamo segnato.

Siete già in Europa?
Assolutamente no. Non abbiamo fatto nulla.

Cosa ha detto a Florenzi dopo il gol?
Di dire a tutta la squadra di stringersi e continuare a giocare.

Ha notato una flessione anche stasera?
Ho detto che avevo visto una squadra in flessione per tenere alta la tensione dei giocatori.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom