La Squadra

Roma, un acquisto per reparto: ma Osvaldo e De Rossi possono partire

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-06-2013 - Ore 21:15

|
Roma, un acquisto per reparto: ma Osvaldo e De Rossi possono partire

(repubblica.it – M. Pinci) - A Roma si lavora su stadio e mercato. Dall’altra parte dell’Oceano su approvazione del budget annuale e tour estivo, funzionale – anche – al lavoro di Trigoria. Dove nel primo pomeriggio, intorno alle 15, Rudi Garcia aveva appuntamento con Walter Sabatini: nessun vertice – i protagonisti si infiammerebbero – ma l’occasione per continuare a pianificare la prossima stagione.

Un portiere titolare, un laterale destro, due centrocampisti e un attaccante. Questi gli obiettivi principali di Rudi per la sua nuovaRoma, che dovrà intervenire anche cercando un portiere di riserva, un centrale di prospettiva, eventualmente una quinta punta. Un mercato importante vicino ad annunciare il primo colpo, l’arrivo di Benatia (con Lopez a Udine). Per le altre posizioni si potrebbe trovare un’intesa grazie al lavoro di agenti con cui in questi anni la Roma ha già lavorato spesso. E con cui si trattano i “vecchietti” Julio Cesar e Maicon, ma anche i baby Wallace– si potrebbe chiudere a breve – e Jedvaj.

Un mercato che però non potrà prescindere da qualche cessione: negli States verrà definito in giornata il budget annuale che comprende, anche, le disponibilità del mercato. Una cifra – lo scorso anno erano circa 14 milioni – che rappresenta i milioni di rosso con cui poter chiudere il saldo tra soldi spesi per acquistare calciatori e cifre risparmiate sugli stipendi. Anche per questo per prendere Nainggolan (che tornerà in Italia il 2 luglio, quando Sabatini proverà a forzare la mano con Cellino offrendo 11 milioni, Caprari e Verre) e magari il 21enne spagnolo Keko – obiettivo costosissimo del ds – servirà liberarsi di stipendi pesanti. Come quello di Osvaldo. O, magari, di De Rossi, ma solo se sarà il giocatore a manifestare questa voglia (dopo lo sfogo al termine della finale di coppa Italia rivolto all’ex dg Baldini). E il Chelsea di Mourinho è già in contatto con lui.
Le novità, allora, sono soprattutto quelle che arrivano dall’America: manca ancora l’ufficialità, ma ad agosto i giallorossi potrebbero essere attesi da una nuova amichevole: oltre quella del 7 agosto a Toronto (contro il Toronto fc), i giallorossi dovrebbero confrontarsi con il Chelsea, il 10, al FedExField , l’impianto da 91 mila posti che ospita le gare dei Redskins: i giallorossi sostituirebbero il Real Madrid, che ha disdetto l’appuntamento statunitense. Anche di questa ipotesi di parla a Boston, dove l’a. d. Italo Zanzi ha raggiunto nelle ultime ore il presidente Pallotta.

ROSELLA SENSI REPLICA A PALLOTTA - L’ex presidente della società giallorossa, Rosella Sensi, replica, all’intervista rilasciata da James Pallotta al ‘Financial Times’ in cui aveva sottolineato come la precedente società non avesse fatto nulla per coinvolgere i tifosi sui social media. “Il Presidente Pallotta non ho
avuto il piacere di conoscerlo, eppure avrei voluto così avrei potuto raccontargli i 18 anni di storia della Roma. Vengono dette cose fuori luogo, oltretutto i social sono un fenomeno degli ultimi anni – ha dichiarato la Sensi ai microfoni di ‘Centro Suono Sport’-. Per quanto riguarda la questione della prospettiva futura, mio padre ne aveva avuta eccome, con altre squadre creò la piattaforma Stream, forse il presidente Pallotta non lo sa. E’ vero che ci siamo concentrati sulla parte tecnica, come è vero che abbiamo fatto tante altre cose. Mi auguro che il presidente ci riporti a quei livelli perchè da tifosa voglio vincere, gli chiedo di essere qui parlare con i tifosi.”

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom