La Squadra

Roma vs Sassuolo...un po' di numeri

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-11-2013 - Ore 11:19

|
Roma vs Sassuolo...un po' di numeri

Roma: 3 punti più dell’ultimo scudetto, ma 3 punti in meno di vantaggio sulle seconde

Inumeri sono importanti, soprattutto se si leggono attentamente. In caso contrario diventano fuorvianti. Molti giornali hanno pubblicato statistiche evidenziando come la maggioranza delle squadre che nelle prime giornate avevano ottenuto punteggio pieno, avessero vinto in seguito lo scudetto. Il fatto, indiscutibile, non deve però trarre in inganno. Infatti, non sono tanto considerevoli i punti ottenuti in classifica, quanto il vantaggio accumulato sulle inseguitrici.

Paragonando, ad esempio, l’attuale stagione con quella del 2000-01 che portò alla Roma il suo terzo scudetto, potremo notare che, dopo l’undicesima giornata, se è vero che i giallorossi hanno conquistato31 punti contro i 28 ottenuti della squadra di Fabio Capello (che perse a Milano contro l’Inter e pareggiò 0-0 a Perugia) è altrettanto vero che mentre allora i punti di vantaggio sulle inseguitrici (Juventus e Atalanta) erano sei, oggi Juventus e Napoli sono attardate di appena tre lunghezze.

La strada che porta verso il Paradiso, dunque, è ancora molto lunga, soprattutto pensando che fino ad oggi il campionato ha percorso soltanto il 29% del suo cammino.

Le 318 di De Rossi e il record di Giannini

In questi ultimi giorni, alcune testate giornalistiche hanno indicato un primato che Daniele De Rossiavrebbe dovuto festeggiare domenica prossima contro il Sassuolo, sostenendo che, con 318 presenze in campionato, Capitan Futuro raggiungerebbe l’invidiabile record personale del Principe ottenuto nel corso di quindici stagioni con la maglia della Roma. In realtà De Rossi dovrà attendere ancora un’altra partita perché, al computo totale delle presenze di Giannini, va aggiunta anche quella scaturita dallospareggio-uefa disputato venerdì 30 giugno 1989 a Perugia contro la Fiorentina. Dunque DDR dovrà arrivare fino a 319 per raggiungere Giannini, e 320 per superarlo.

Accadde il... 10 Novembre 1957

  • 10 NOVEMBRE 1957 – Due autogol di Griffith, ma ci pensa il Pompierone

Sotto il diluvio universale, la Roma, più tecnica dell’Udinese, fa fatica ad imporre il proprio gioco, ma rimonta due volte. Prima con una punizione di Da Costa e poi, dopo aver subìto due incredibili autoreti causate da Grittith, riacciuffa il pari grazie ai gol di Stucchi e di Gunnar Nordhal. Sarà l’ultimo gol del gigante svedese all’Olimpico. Chiamato a fare l’allenatore-giocatore, preferirà sedere prevalentemente in panchina, e segnerà a Marassi contro il Genoa l’ultima rete con la maglia giallorossa.

  • 10 NOVEMBRE 2004 – Roma-Udinese 0-3

Quinta sconfitta in undici giornate di campionato, a cui vanno sommate le due disfatte in Champions League contro Dinamo Kiev (0-3 a tavolino) e Real Madrid (2-4 dopo essere stati in vantaggio 2-0). E’ la stagione dei 6 allenatori, iniziata con Capello che si allontana all’alba dopo aver trascorso un pranzo per piegare al neo-acquisto Mexes i movimenti della difesa, e proseguita con Prandelli, Voeller, Sella, Delneri e Bruno Conti.

Arbitra Giacomelli

L’arbitro Piero Giacomelli, nato a Trieste il 6 novembre 1977, promotore finanziario, ha esordito in Serie A il 3 aprile del 2011 (Genoa-Cagliari 0-1). Vanta un solo precedente con i  giallorossi, Roma-Verona 3-0 (Cacciatore aut., Pjanic, Ljajic) e quattro precedenti col Sassuolouna vittoria e tre sconfitte per gli emiliani cui ha fischiato due rigori a favore ed uno contro. In questa stagione ha già diretto cinque partite di Serie A, con quattro vittorie interne e un pareggio.

Fonte: asromapedia.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom