La Squadra

UFFICIALE: il derby di Coppa Italia si gioca il 26 maggio alle 18. Malagò: "Sarà la prova del nove", il Prefetto: "Scelta utile"

condividi su facebook condividi su twitter Di: Vincenzo Nastasi 30-04-2013 - Ore 12:30

|
UFFICIALE: il derby di Coppa Italia si gioca il 26 maggio alle 18. Malagò:

E' arrivata la parole fine sulla querelle relativa alla prossima finale di Coppa Italia tra Roma e Lazio. A seguito di una riunione, che si è svolta dalle 12 di oggi nella sede del Coni accanto allo stadio Olimpico, è stata resa nota la decisione: Roma-Lazio si giocherà il 26 maggio alle ore 18.
E' quindi riuscito il tentativo di mediazione tra chi chiedeva addirittura il differimento della data per via della concomitanza con le elezioni amministrative e chi invece spingeva per confermare l'orario in notturna.
A comunicarlo, il presidente del Coni Giovanni Malagò. Secondo quanto si apprende, la decisione è stata condivisa da tutte le parti intervenute: prefetto, Lega di Serie A e Coni. Soddisfatte anche le due società (per la Roma erano presenti Feliziani e Tempestilli) e la Rai, che trasmetterà in diretta la gara.

Queste le parole del numero uno del Coni, riportate dall'AdnKronos: «L'orario migliore è stato confermato. Si gioca il 26 maggio alle ore 18. Oggi voglio ringraziare tutti. Abbiamo accettato l'invito del Prefetto che ha dimostrato sensibilità particolarissima al tema. È la prova del nove. Vanno trasmessi messaggi positivi, non ci si può permettere di sbagliare nulla dentro e fuori lo stadio. Non ci saranno più margini di attenuanti, è inequivocabile». «Stiamo studiando manifestazioni con personaggi e testimonial di Roma e Lazio per far vedere che deve essere una festa. Se qualcuno vuole rovinarla rischia di far pagare un prezzo altissimo alla Roma e alla Lazio».

Queste invece le parole del prefetto Pecoraro«È necessario che ci sia dialogo con le istituzioni politiche, sportive, e la stessa Rai. Bisogna rasserenare gli animi dopo quello che è successo nel derby qualche settimana fa. È necessario far lavorare gli operatori di polizia in serenità. La scelta di anticipare l'orario delle 18 certamente sarà utile per l'afflusso e per il deflusso degli spettatori». «Garantiamo la possibilità di lavorare con serenità. Mi auguro che nessuno esca da casa con l'accetta per andare allo stadio. Dobbiamo garantire la sicurezza non solo di chi va allo stadio. Abbiamo accolto l'invito a non cambiare data e speriamo, anzi siamo certi, -prosegue Pecoraro- che andrà tutto bene, altrimenti la Lega e le istituzioni di questa città dovranno intervenire, ma non ce lo auguriamo per lo sport romano e la città di Roma. Spero che il segnale che stiamo dando sia accolto anche dalle tifoserie. Metteremo in campo tutti gli uomini possibili, per garantire la sicurezza».

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom