La Squadra

Vermaelen: "Buone possibilità con il Porto, non vedo l'ora di giocare con Totti"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-08-2016 - Ore 19:17

|
Vermaelen:

Arriva ora l'intervista integrale di Roma TV al nuovo acquisto della Roma Thomas Vermaelen. Queste le dichiarazioni del difensore belga:

"Sono molto felice di essere un giocatore della Roma, non vedo l'ora di iniziare questa nuova sfida. È un nuovo inizio per me, in un nuovo paese e non vedo l'ora di iniziare".

Benvenuto Thomas, come ti senti?
“Sono molto felice, è un nuovo inizio per me e non vedo l'ora di iniziare”.

Cosa ti ha detto il mister oggi quando l'hai incontrato per la prima volta?

“L’ho visto brevemente stamattina, non abbiamo parlato molto, mi ha dato il benvenuto nel club, mi ha detto che è felice di avermi in squadra, e presto approfondiremo il discorso tattico”.

Già lo conoscevi? Conosci il suo gioco?

“Sì, ovviamente già lo conoscevo anche se non personalmente, so dove ha lavorato ma non so ancora esattamente come intende giocare. Avremo modo di parlare su come vuole che giochi io e la squadra”.

Hai avuto modo di parlare con Sabatini. Che ti ha detto?

“Sì, gli ho parlato brevemente, ha detto che è felice di avermi qui, mi ha accolto calorosamente e detto che devo godermi la possibilità di giocare per la Roma”.

Hai giocato con grandi campioni. Chi ti ha impressionato di più?

“Ce ne sono diversi. Ovviamente tutti conosco Messi, Suarez e Neymar del Barcellona. Sono giocatori straordinari. Al Barcellona tutti gli attaccanti sono incredibili ma se devo citarne uno soltanto, non può che essere Messi”.

Com'è allenarsi tutti i giorni con Messi?

“È una bella sfida allenarsi con lui. E’ molto stimolante perché sai di migliorare quando ti misuri contro i migliori del mondo. Quello che fa in partita lo fa anche in allenamento, e spesso è uno spettacolo da vedere”.

Qui ritroverai due giocatori che conosci molto bene, Nainggolan e Szczesny, che rapporto avete?

“Conosco Radja molto bene, abbiamo fatto insieme l’ultimo Europeo con il Belgio. Ho un buon rapporto con lui, è un bravo ragazzo, molto cordiale, mi sta aiutando molto in questi giorni.  Szczesny è stato mio compagno di squadra all’Arsenal, conosco molto bene anche lui, e sono contento che siano qui perché faciliteranno il mio ambientamento nel club”.

Ti hanno parlato di Roma e della Roma?

“Mi hanno parlato molto bene del club, della città, dei tifosi, che sono molto passionali. Hanno speso soltanto parole di elogio nei confronti del club”.

Recentemente, con la nazionale, hai giocato contro De Rossi e Florenzi. Che impressione ti hanno fatto?

“Sono grandi calciatori che hanno fatto molto bene sia con la Nazionale che con questo Club. È stato difficile affrontare loro e l’Italia in generale. Sono ottimi calciatori di un’ottima squadra”.

A proposito di bandiere, stai per iniziare ad allenarti ogni giorno con Francesco Totti.

“Tutti lo conoscono, è una leggenda di questo club, il suo caso è speciale, non capita spesso che un calciatore trascorra tutta la propria carriera con unico club, lo ammiro molto per questo, è un grande calciatore e non vedo l’ora di allenarmi e di giocare con lui”.

Nel corso della tua carriera hai affrontato spesso Edin Dzeko. Lo conosci bene.

“Sì, lo conosco molto bene, l’ho affrontato contro la Bosnia, il Manchester City e contro la Roma lo scorso anno in Champions League. È un ottimo calciatore, è difficile giocare contro di lui perché è alto, è forte fisicamente ed è bravo sia di testa che di piede. È un giocatore completo e per questo scomodo da affrontare per un difensore”.

Come mai hai giocato meno negli ultimi due anni?

“Il primo anno a Barcellona è stato condizionato da un brutto infortunio rimediato in nazionale che mi ha impedito di giocare. Il secondo anno ho giocato alcune partite ma al Barcellona ci sono tantissimi bravi calciatori e bisogna lottare ogni allenamento e partita per guadagnarsi minuti di gioco e non è facile, ma sono molto contento di avere vissuto questi due anni in cui ho imparato molto in un club straordinario”.

Tra poco più di una settimana ci sarà il preliminare di Champions League.

“È una partita di fondamentale importanza anche per il resto della stagione. Penso che abbiamo ottime possibilità. Affrontiamo un buon avversario, il Porto, ma anche noi siamo una buona squadra e sono fiducioso sull’accesso alla fase a gironi della Champions League”.

Conosci la squadra? A quali obiettivi pensi possa ambire?

“È difficile dirlo per me. Sono arrivato da un giorno, non conosco bene tutta la squadra. L’obiettivo è comunque di fare il meglio possibile in campionato, vincere quante più partite. Ci sono diverse buone squadre, non sarà facile, ne parleremo con i ragazzi e con il mister su quali sono esattamente gli obiettivi.

E i tuoi di obiettivi quali sono?

“Bisognerà procedere per gradi. Prima di tutto dovrò ambientarmi nel club. Cercherò di giocare quante più partite, di contribuire a ottenere buoni risultati e di godermi la possibilità di indossare questa maglia”.

Olanda, Inghilterra, Spagna, ora Italia. Cosa pensi della Serie A?

“È un ottimo campionato, con squadre molto buone, per questo è molto difficile. Regala partite spettacolari, in particolare quelle tra grandi squadre, e non vedo l’ora di giocare queste partite”.

Hai preso parte alla spedizione per Euro 2016, il Belgio è stato eliminato dal Galles. Che esperienza è stata?

“È stata una buona esperienza. Abbiamo avuto alti e bassi nel torneo, l’eliminazione contro il Galles è stata particolarmente deludente. A parte l’ultima partita, le ho giocate tutte. E’ stata una grande esperienza per me giocare così tante partite a dispetto dell’epilogo negativo, ma nel calcio queste cose succedono e non resta che guardare avanti”.

Hai un messaggio da inviare ai tifosi giallorossi?

“Mi impegnerò al massimo per questo club e lavorerò duramente per giocare bene e ottenere buoni risultati sul campo”.

Fonte: Roma TV

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom