La Squadra

VISTI DALLA CURVA: ROMA-CATANIA 4-0

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-12-2013 - Ore 20:45

|
VISTI DALLA CURVA: ROMA-CATANIA 4-0

Le bandiere sventolano e intorno a Te ogni posto si va riempiendo. E' troppo bello tutto questo. I cori, l'attesa, la Città che si prepara a sostenere la Sua Squadra. Qualcuno tutto questo non l' avrebbe voluto oggi. Qualcuno ha provato a togliere a tutta questa gente i Suoi 90 minuti di passione. Ma non sarà mai così, possono chiudere, vietare, tesserare, limitare tutto quello che vogliono, ma non potranno mai fermare quello che senti. Non fermeranno i sogni che Tu e tutta questa gente fate ogni volta che questi Colori scendono in campo. Ci sono delle regole che fai fatica a comprendere. Forse perchè da comprendere c'è ben poco. Si è arrivati al punto di esasperare qualsiasi espressione gogliardica o di giusta rivalità e strumentalizzarla a piacere, come a dover sempre e comunque trovare un colpevole. Forse non hanno capito, o fanno finta di non capire, che se c'è un posto dove il senso di appartenenza, l'aggregazione e dove tutti provano le stesse emozioni è proprio questo. L'asservimento alle tv e ai soldi, questo si che lo discrimini. Vorrebbero sempre più persone sedute in poltrona ad ascoltare le loro assurde trasmissioni invece che allo Stadio ad ascoltare i propri sentimenti e ad esprimerli. Chi ha rappresentato la Città nell'ultima trasferta rappresentava come sempre anche Te, quindi chi ha colpito Loro ha colpito tutti e sarà così sempre. Ora, che il calcio d'inizio si avvicina, i cori si fanno forti e sai che qualcuno li sta ascoltando e, visti i precedenti, neanche troppo bene. Quello che hai visto questa settimana è tutto molto ipocrita e sei daccordo con quanto recita la Curva... continuare con le proprie tradizioni. Tradizioni che sono l'anima di chi segue questo sport ad una certa maniera. La Curva si colora e si accende, e Tu con Lei nel tentativo di cercare di conquistare un'altra vittoria. I fumogeni ti avvolgono quando la palla comincia a rotolare sul campo. Oggi è troppo importante vincere, per continuare a inseguire il sogno e passare le feste caricandoti al meglio. C'è da giocare, da cantare e da soffrire. E cominci bene perchè dopo poco doppia spizzata di testa e la rete sotto la nord si scuote portandoti in vantaggio. 1-0. Ora i pochi catanesi presenti sembrano ancor più piccoli fra gli abbracci e l'entusiasmo che li circonda. Ma sai che è ora che arriva il difficile e tutti stretti ancora più forte nel tentativo di chiudere la giornata e guardare oltre. La tensione la senti dentro e coro dopo coro cerchi di trasformarla nella spinta che serve. Finisce il primo tempo e sei comunque preoccupato perchè ne hai viste in passato di partite così. Allora l'inno si alza più forte e riparte a testa bassa, la Città con la Sua Squadra. Ora arriva un cross in mezzo, l'azione sembra persa, al di la della bandiera vedi il portiere che goffamente si avventa sul pallone e lo manda addosso al  suo difensore che non può far altro che vedere arrivare la zampata giusta. 2-0. Ancora abbracci, ancora sorrisi. Questa volta la fortuna è stata dalla Tua. Non ti rilassi però, non guardi nemmeno gli altri risultati che di tanto in tanto compaiono sul tabellone. Poi punizione dalla trequarti, il tuffo e il colpo di testa. Il portiere proteso in tuffo non ci può arrivare. 3-0. Ora l'hai chiusa. L'urlo è liberatorio e ora è il momento di continuare a spingere. Mai fermarsi, per la Maglia, per la Città, per questa gente che oggi qui non volevano. FINCHE' VEDRAI SVENTOLAR QUESTA BANDIERA... saranno tutti qui. Ora sembra tutto in discesa, le azioni si susseguono ai ritmi che la Curva detta. Un palo trema davanti all'ennesimo colpo e quando un tocco filtrante ti rimette davanti al portiere il tiro è ancora fortunato trafigge ancora la porta rossoazzura. 4-0. E per i pochi, e ora ammutoliti catanesi è ora di pensare al viaggio di ritorno. I battimani accompagnano il cronometro verso il novantesimo e il fischio finale ti inorgoglisce per la vittoria. DIMME CHI E'... CHE ME FA SENTI' IMPORTANTE... e Tu lo sai, è la gioia, l'onore e il privilegio di far parte di tutto questo. Buon Natale Roma Nostra, ci vediamo il prossimo anno per continuare a lottare insieme contro ogni avversario. Osservi le bandiere, ti guardi intorno. Sei già pronto per la sfida che aspettavi. Contro di loro, il Tuo secondo Derby. Sarà la prima del nuovo anno e lo vorrai cominciare nel migliore dei modi sarai pronto RICOMINCIARE... TUTTO IL MONDO DOVRA' TREMARE...

Fonte: Alessandro Capone

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom