Marketing

SERIA A - La classifica in campionato, rispetta i valori economici dei Club (a parte le milanesi)

condividi su facebook condividi su twitter Di: Gabriele Nobile 01-04-2014 - Ore 20:35

|
SERIA A - La classifica in campionato, rispetta i valori economici dei Club (a parte le milanesi)

La polemica tra Benitez ed Antonio Conte, sui fatturati delle due squadre, ha in qualche modo riacceso i riflettori sulle dinamiche economiche del calcio del nuovo millennio, dove spesso il fattore finanziario ha fatto la differenza, in Italia come nel resto d’Europa..

Per esempio, studiando a fondo le tabelle relative alla Serie A Italiana, molti aspetti coincidono, infatti incrociando i fatturati ed il monte stipendi dei singoli club di Seria A spesso le posizioni di quella che, allo stato attuale è la classifica provvisoria, viaggiano (quasi) paralleli…i numeri raramente sbagliano.

MONTE STIPENDI

In Italia la Serie A spende in stipendi, poco più di 900 milioni di euro lordi all’anno, divisi in questo modo:*

  1. In testa alla classifica più sola che mai la Juventus con 115 milioni di euro. I più pagati sono: Carlos Tevez con 4,5 milioni di euro Gianluigi Buffon con 4 milioni di euro.

  2. In seconda posizione il Milan con una spesa di 105 milioni di euro. I più pagati sono: Mario Balotelli Kakà con 4 milioni di euro.

  3. In terza posizione l’Inter che spende 95 milioni di euro. I più pagati sono gli ultimi superstiti dell’indimenticabile triplete: Diego Milito con 5 milioni di euro. Il terzo più pagato della serie A Esteban Cambiasso con 4,5 milioni di euro.

  4. La Roma che ha venduto benissimo i suoi due giovani gioielli Marquinos e Lamela, ma ha il quarto monte ingaggi della Serie A con 92.5 milioni di euro e il giocatore più pagato Daniele De Rossi che guadagna 6,5 milioni di euro netti all’anno, seguito da Francesco Totti con 4,5 milioni di euro.

  5. Il Napoli, che ad inizio campionato era visto da molti come unico vero antagonista della Juventus, spende in emolumenti per i propri calciatori circa 62 milioni di euro. Il più pagato è Gonzalo Higuain con 5,5 milioni di euro che lo insediano sul secondo gradino del podio.

  6. La Lazio di Claudio Lotito con un monte ingaggi di 62 milioni di euro, è la 6° forza del campionato, con Klose giocatore più pagato della rosa.

  7. La Fiorentina, che l’anno passato aveva sfiorato l’ingresso in Champions League, supera di poco i 60 milioni di euro. Le spese maggiori sono per Mario Gomez che guadagna 4.2 milioni di euro.

In base alla classifica del monte stipendi, la Juventus conferma questa classifica “Finanziaria” anche sul terreno di gioco, dove (salvo crolli improvvisi) molto probabilmente vincerà il suo 3° scudetto di fila, le vere deluse sono le due squadre milanesi che non confermano affatto, in termini di classifica sportiva, quanto spendono in stipendi. La sorpresa vera è la Roma guidata da Rudi Garcia, 4a nella graduatoria di spesa, ma seconda in solitaria, con ottime possibilità di mantenere la posizione fino a Maggio. Napoli e Fiorentina sono subito dopo, ed escludendo le due squadre di Milano (vera delusione della stagione) sono sostanzialmente in linea nel rapporto Monte Stipendi-Classifica reale.

* questa classifica è relativa al monte ingaggi di ogni squadra all’inizio del campionato, non viene calcolato il calcio mercato ( e relative modifiche ) di Gennaio 2014

Guardando invece quali sono i giocatori ed i loro stipendi, riteniamo che solamente alcuni di essi abbiamo realmente inciso nelle prestazioni della squadra che rappresentano, pensiamo a Tevez e Buffon per la Juventus, in parte De Rossi e Totti nella Roma e Balottelli per il Milan, sicuramente Higuain per il Napoli. Vero Flop per Gomez ( causa infortunio), Milito e Cambiasso nell’Inter

1 - Daniele De Rossi 6,5 milioni
2 - Gonzalo Higuain 5,5 milioni
3 - Diego Milito 5 milioni
4 - Carlos Tevez 4,5 milioni
5 - Esteban Cambiasso 4,5 milioni
6 - Francesco Totti 4,5 milioni
7 - Mario Gomez 4,2 milioni
8 - Mario Balotelli 4 milioni
9 - Gianluigi Buffon 4 milioni
10 - Ricardo Kakà 4 milioni

*Ricordiamo che gli stipendi dei calciatori sono stati riportati al netto e riguardano la cifra effettivamente percepita. Ecco la top ten.

FATTURATI

Il calcio italiano e' in crisi, oltre ai risultati anche i numeri lo dimostrano. Il Real Madrid, con un fatturato pari a 518,9 milioni, e' il leader indiscusso per il nono anno consecutivo e ha battuto il precedente record di otto anni del Manchester United. La leadership del Real e' sostenuta da entrate commerciali di 211, 6 milioni, in aumento di 7,8 milioni (+4% nel 2012/13), e 188,3 milioni di diritti televisivi, in aumento di 5,7 milioni (+3%). Il Barcellona mantiene il secondo posto con ricavi stabili a 482,6 milioni. Questa, riposta ''Calciomercato.com'', l'analisi ''Football Money League 2014'' realizzata da Deloitte che prende in considerazione i dati relativi alla stagione 2012/2013, escludendo le plusvalenze da cessioni. Tra i Top30 di quest'anno l'Inghilterra e' rappresentata da 8 club, l'Italia da 6, la Germania da 5, la Spagna da 4, la Turchia e la Francia da 2, il Brasile, l'Olanda e il Portogallo da 1. Il Bayern Monaco sale sul podio grazie ad una stagione vincente in tutte le competizioni sorpassando il Manchester United. Il dominio del club tedesco nel 2013, sia in patria che in Europa, e' la chiave della sua ascesa al terzo posto con una crescita dei ricavi di 62,8 milioni euro (+17%) raggiungendo quota 431 milioni. Nonostante la posizione persa dal Manchester United (che ha fatturato nel 2013 423,8 milioni), il grande numero di contratti pubblicitari recentemente chiusi dal club incrementerà fortemente i ricavi, riportando il club sul podio nella prossima stagione. Per quanto riguarda le altre 5 squadre inglesi presenti nella Top20, le perfomance migliori le ha registrate il Manchester City raggiungendo la sesta posizione, superando per la prima volta i rivali del Chelsea (7*) e dell' Arsenal (8*) grazie ai ricavi pubblicitari. Il più grande balzo in avanti e' stato quello del Paris Saint-Germain che entra nella Top 5. Il club francese ha quasi quadruplicato il proprio fatturato in 3 anni raggiungendo i 398,8 milioni di euro, con addirittura 255 milioni di ricavi commerciali che sono considerati la singola fonte di fatturato piu' alta di tutti i tempi per una squadra di calcio. Grazie al loro successo nelle competizioni europee, il Galatasaray e il Fenerbahce sono le new entry della Money League di quest'anno.

 

Solo la Juventus sembra poter tentare di competere con le società più ricche al mondo. I bianconeri nel giro di due stagioni sono passati dal tredicesimo al nono posto, scavalcando il Milan (sceso in due stagioni dal settimo al decimo posto). L'Inter paga la mancata partecipazione alla Champions League, mentre la Roma è stabile in 19esima posizione. Il discorso sul nostro calcio è sempre lo stesso. Senza stadi di proprietà e senza nuove entrate commerciali, il divario con i top team europei è destinato ad aumentare nei prossimi anni.

Come potrete leggere, sia per quanto riguarda il monte ingaggi sia i fatturati, escludendo le due squadre milanesi, vera delusione di questa stagione, la classifica reale del campionato, rende ampliamente giustizia ai valori economici espressi.

Chi più spende più guadagna...chi fattura tanto, ha moltissime probabilità di aggiudicarsi lo scudetto a fine anno. Con le idee si possono fare ottimi campionati, ma il fattore economico inciderà sempre di più.  E questo lo sanno benissimo sia Benitez che Conte, che hanno polemizzato tra di loro, solamente per spostare il “Focus”, l’allenatore della Juve, per la sconfitta a Napoli, il tecnico Spagnolo, per non essere quasi mai stato in corsa per lo scudetto...

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom