Rassegna Stampa

20° giornata - Palermo, gol fantasma. Tagliavento beffa il Parma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-01-2015 - Ore 08:11

|
20° giornata - Palermo, gol fantasma. Tagliavento beffa il Parma

Ancora una giornata difficile per gli arbitri italiani che, dopo un buon inizio di stagione, si stanno perdendo in un mare di errori. Sul banco degli imputati della domenica sale, però, soprattutto un addizionale di porta: Daniele Chiffi, 30 anni, di Padova. E' lui a non vedere il gol che avrebbe consentito al Palermo di sbancare Marassi; la palla calciata da Morganella sbatte sulla traversa e poi ricade al di là della linea di porta. Era gol, senza alcun dubbio. Chiffi era posizionato esattamente sulla linea e non se ne accorge, forse per la violenza con cui il pallone ricade verso il terreno. In ogni caso si tratta del terzo errore in pochi mesi su situazioni di gol fantasma e per fortuna che dalla prossima stagione arriva la tecnologia a togliere ogni dubbio.

L'altro protagonista negativo di giornata è Mazzoleni, che penalizza fortemente la squadra di casa in Lazio-Milan: mancano un paio di rigori ai bianconcelesti (vedere la moviola sotto), un giallo a Menez e la direzione di gara nel complesso è da bocciare. La vittoria della squadra di Pioli, poi, permette di dimenticare tutto ma in caso contrario sarebbe stato un lunedì di furenti polemiche.

Si lamenta anche il Parma per i fischi di Tagliavento che nel finale nega un rigore parso abbastanza netto per sgambetto di Cascione su Rispoli. Il risultato era sull'1-1 e poi arriva la beffa della vittoria del Cesena. Tagliavento non era piaciuto già in settimana, quando aveva condizionato Inter-Sampdoria lasciando i blucerchiati in inferiorità numerica al 10' del primo tempo. Senza problemi, invece, il posticipoFiorentina-Roma affidato a Banti che deve ringraziare anche gli assistenti, perfetti nelle chiamate dei fuorigioco a partire da quella (difficile) del gol di Gomez che porta in vantaggio i viola.

Un rigore se lo perde per strada anche Doveri in Verona-Atalanta: Del Grosso spinge Toni che va a terra ma viene invitato a rialzarsi. Tra l'altro i bergamaschi rischiano di restare in inferiorità numerica perché con il penalty ci stava anche il cartellino rosso. Tutto ok in Inter-Torino e Juventus-Chievo.

Ecco comunque come Panorama.it ricostruisce la classifica a oggi senza gli errori arbitrali. Vale la tradizionale avvertenza che il parametro preso in considerazione sono le decisioni che avrebbero potuto cambiare concretamente il risultato (rigori non assegnati o che non c'erano, reti annullate o concesse per errore) e che la graduatoria fa riferimento alle moviole dei quotidiani sportivi italiani esprimendo non un valore oggettivo ma una tendenza.

 

Fonte: Giovanni Capuano - panorama.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom