Rassegna Stampa

Spalletti: "Troppi errori, non si può rimanere in 10 per due partite"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-08-2016 - Ore 23:20

|
Spalletti:

SPALLETTI A MEDIASET PREMIUM

"Che è successo? Perso una partita importante e che ci crea difficoltà importante per ristabilire ordine. E' un risultato difficile da digerire viste tutte le fatiche fatte per arrivarci. Non siamo riusciti a mettere la partita nel modo corretto, loro sono stati bravi ad andare subito in vantaggio. Siamo rimasti in 10 un'altra volta. Ingenuità? Si effettivamente sono ingenuità, perché poi questo fatto qui di finirle in 11 le partite è stata una caratteristica nostra dello scorso anno, perché non abbiamo mai dato adito all'arbitro di poter estrarre un rosso. Ora ci succede spesso, non capisco come mai, si poteva essere più calmi. Noi ci siamo arrivati non al meglio della condizione per gli infortuni e per quelli che sono i ruoli. Era importante la gestione della palla per quello ho scelto De Rossi difensore centrale, che lui ci sa stare ed ha queste qualità. Però abbiamo sbagliato la gestione della palla, girava lentamente e abbiamo fatto errori non dipesi dalla pressione avversaria. Loro poi sono stati più tranquilli di poter fare le loro giocate e noi invece ci siamo innervositi perché non riuscivamo a far girare palla bene. Sicuramente in due partite non si può essere per due volte in 10. Cosa cambierei dal 9 luglio ad oggi? Nulla, quello che è l'inizio di stasera. Non è andato come volevamo. Noi stasera siamo entrati in partita e non abbiamo fatto bene. Abbiamo sbagliato troppi palloni. In 9 abbiamo avuto occasioni importanti, quindi potrebbe essere un fattore psicologico. Ora bisogna inghiottire l'amarezza, sarà durissimo e tutti ci metteranno il dito dentro, sarà difficile e sappiamo come funziona. C'è solo da far viaggiare le gambe e pensare ad un periodo lungo dove bisogna per forza fare in maniera incredibile da un punto di vista di atteggiamento, di ricerca. Tre espulsioni cosa significano? Noi ci possiamo mettere anche 15-16 partite dell'anno scorso, non mi era mai capitato quindi è una cosa nuova. Il via l'ha dato un giocatore che gioca solo a pallone che ha esperienza. Ed era arrivato da tre giorni. E' una cosa nuova che subisco, ma la squadra fino a questo momento qui non aveva interpretato in modo sbagliato. Abbiamo anche dei regolamenti interni che ci abituano ad evitare le espulsioni. Poi invece si è visto un epilogo diverso e qui fa parte del tapparsi le orecchie e il naso. Non abbiamo avuto avvisaglie per prevenire queste cose". 

 

SPALLETTI IN CONFERENZA STAMPA

"E' una sconfitta difficile da buttar giù, da analizzare. Il disegno che mie ero fatto era quello di scendere in campo e gestire la partita; avere palleggiatori in più affinché dopo i primi due errori non ci saltassero i nervi. Era una partita delicata con una posta in palio altissima, riuscire a prendere confidenza con la partita era fondamentale ma non ci siamo riusciti, abbiamo perso palloni troppo facili e abbiamo preso gol. Poi ci siamo innervositi, perché ci tenevamo moltissimo, e a quel punto è facile andare altre il lecito, il consentito, ma può capitare quando ci tieni troppo. Per noi era una situazione nuova quella delle reazioni sopra le righe, lo scorso anno abbiamo finito sempre le partite in 11, nonostante alcune fossero state battaglie vere. Ritrovarci al 30' in 10 è una cosa nuova anche per noi. Quella di rimanere in 11 in campo dev'essere una regola, ma non ci siamo riusciti".

Fonte: MEDIASET PREMIUM

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom