Rassegna Stampa

A casa Balzaretti razzia di gioielli, contanti e tablet. Rubati 100 mila euro

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-10-2014 - Ore 09:09

|
A casa Balzaretti razzia di gioielli, contanti e tablet. Rubati 100 mila euro

Non si può certo dire che Federico Balzarettiabbia pescato il jolly quest’anno. Il 2014 del terzino della Roma si è aperto con l’infortunio alla zona pubica che rischia di fargli chiudere la carriera in anticipo. E adesso, come se non bastasse, il numero 42 giallorosso deve anche fare i conti con chi nei giorni scorsi, probabilmente nella notte tra domenica e lunedì, ha violato la privacy della sua lussuosa abitazione ai Parioli, saccheggiandola stanza per stanza per mettere insieme un bottino che sfiora i 100 mila euro. Una volta aperta la porta di casa, Balzaretti e sua moglie Eleonora Abbagnato, ballerina ed étoile dell’Opera di Parigi, hanno infatti trovato il loro appartamento di via dei Tre Orologi completamente a soqquadro.

All’appello mancano orologi, anelli, preziosi, contanti per circa 5 mila euro e un tablet. Insomma, tutto quello che si può arraffare in pochi secondi per poi far perdere le proprie tracce. Dopo un primo sopralluogo assieme alla moglie e alla figlia, il giocatore si è presentato al commissariato di zona per denunciare il furto. Gli agenti diretti da Federico Gazzellone si sono messi subito all’opera: i poliziotti stanno stiilando l’inventario dei preziosi trafugati e stanno cercando di individuare i malviventi confidando che siano stati immortalati dagli obiettivi delle telecamere piazzate in strada.

L’operazione, però, sarà più complicata del previsto: Balzaretti e i suoi familiari sono mancati da casa per diversi giorni e non è quindi possibile stabilire con certezza quando ladri abbiano messo a segno il colpo. Di certo non hanno dovuto faticare troppo per entrare nell’abitazione, visto che non ci sono segni di scasso sulla serratura della porta e sulle finestre. Fortunatamente la casa era vuota quando i balordi hanno fatto irruzione.

Il terzino, 16 presenze in nazionale e fresco di esordio come commentatore televisivo, può almeno consolarsi guardando al passato. Negli ultimi anni, infatti, le case dei calciatori di Roma e Lazio sono diventate prede particolarmente succulente per chi vive di furti in abitazione. Nel novembre 2010, il francese Jeremy Menez ha subito una rapina all’Infernetto. Prima era stato il turno di Philippe Mexes: nel 2008 gli venne portato via il suv con a bordo la figlia. Poi ci sono i casi dell’ex laziale Mauro Zarate e dei romanisti Heinze, Juan, Panucci e Delvecchio.

Fonte: LA REPUBBLICA (L. D’ALBERGO)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom