Rassegna Stampa

Abu Dhabi, tutti pazzi per capitan Totti e per Salah l’egiziano “Un calore inaspettato”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-05-2016 - Ore 07:08

|
Abu Dhabi, tutti pazzi per capitan Totti e per Salah l’egiziano “Un calore inaspettato”

LA REPUBBLICA - FERRAZZA - Basta vedere come è stato accolto Francesco Totti a Dubai per capire quanto è ancora alta, per la Roma, l’importanza a livello d’immagine da esportare all’estero del numero dieci. Il giocatore, in procinto di prolungare la sua carriera sul campo per un altro anno, è l’uomo più riconoscibile lontano dall’Italia, marchio da esportazione che ieri, nell’allenamento ad Abu Dhabi, è stato premiato dai tifosi arabi con una targa e con la richiesta di tantissime foto e autografi. La Roma affronterà oggi (ore 18 italiane) l’Al-Ahly in amichevole, test di commiato per la squadra giallorossa che potrà poi andare in vacanza. L’unico a poter vantare un’accoglienza uguale a quella del capitano giallorosso è Salah. L’egiziano ha segnato la sua prima rete in carriera proprio all’Al-Ahly, quando giocava il campionato egiziano, agli esordi, tra le fila dell’Al-Mokawloo, in quello che è considerato una sorta di derby. "Non mi aspettavo però una cosa del genere, un’accoglienza così calorosa — è sorpreso l’attaccante — mi ha fatto piacere l’abbraccio caldo dei tifosi all’aeroporto. È un piacere per me essere qui e ritrovare tanti amici". Salah è in attesa che si pronunci la Fifa sulla sua controversia con la Fiorentina. "Ritengo di avere ragione, ma il caso è ancora in tribunale e attendo l’esito". Accanto a lui, Spalletti, che stravede per l’egiziano ("Ce ne vorrebbero 4-5 come lui"), e pronto a fare qualche prova tattica, nonostante le assenze per le varie nazionali. "Ci mancano giocatori importanti, ma abbiamo Salah e siamo contenti di giocare contro i campioni d’Africa". Si rivedrà in campo Castan, che sta meglio e vorrebbe avere la possibilità di dimostrarlo. Spazio anche a Paredes e Sadiq, pedine fondamentali del mercato in uscita per cercare di racimolare soldi senza cedere i pezzi pregiati. Assente Maicon, in scadenza di contratto a fine a giugno dopo tre anni nella capitale.

Fonte: La Repubblica-F.Ferrazza

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom