Rassegna Stampa

Ale gonfia il petto: «La nostra storia ci impone di lottare sempre per vincere contro chiunque»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-10-2015 - Ore 08:12

|
Ale gonfia il petto: «La nostra storia ci impone di lottare sempre per vincere contro chiunque»

IL MESSAGGERO - TRANI - Dal San Paolo all'Olimpico: sono 2 anni dal primo gol azzurro. Che è anche l'unico prima di questo. Florenzi, nel suo stadio, ha fatto il bis. Finalmente. ha aspettato tanto, da quella notte che chiuse le qualificazioni mondiali per andare in Brasile: 2-2 contro l'Armenia, il 15 ottobre 2013, a promozione già raggiunta. Proprio come ieri sera. L'Italia già all'Europeo, ma la vittoria dà forza al gruppo. «Non fa niente che non saremo testa di serie. Questa Italia non ci fa caso, va in campo, fa il suo dovere e vince».
NOTTE DA FAVOLALa serata per il romanista è chic. Gol del pari, realizzato con astuzia. E l'assist per la rete bellissima di Pellè che ha fatto urlare di gioia Conte. In mezzo Alessandro era riuscito addirittura a realizzare la sua prima doppietta in Nazionale. Su appoggio dell'amico biancoceleste Candreva. Che solo l'arbitro tedesco Brych ha visto in posizione irregolare (a tenerlo in gioco, il centrale difensivo Forren). Ma per Florenzi è stato importante comunque interrompere il digiuno azzurro (in giallorosso già 3 gol stagionali: in Champions al Barça, in campionato al Verona e al Palermo). Dall'Armenia alla Norvegia. Ma con Prandelli non partecipò al mondiale. Conte, invece, lo porterà all'Europeo. «Non dovevamo perdere e non volevamo perdere. Per dare un segnale a tutti che ci siamo, che abbiamo una storia e che vogliamo sempre vincere. Avremmo meritato anche il tre a uno, la partita è stata ottima, anche se all'inizio abbiamo un po' sofferto. È stata una grande emozione segnare nel mio stadio, peccato per il secondo gol che mi hanno detto che era buono. Speriamo solo che la prossima volta l'Olimpico sarà più pieno».

Fonte: IL MESSAGGERO - TRANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom