Rassegna Stampa

Allegri ordina il riscatto: ''Nessuna crisi, a Napoli vinciamo''

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 10-01-2015 - Ore 18:15

|
Allegri ordina il riscatto: ''Nessuna crisi, a Napoli vinciamo''

Il tecnico bianconero chiede equilibrio (''vietato esaltarsi ma anche deprimersi''), si dice sicuro di una grande prova al San Paolo (''abbiamo le qualità per prenderci i tre punti'') e sul mercato spiega: ''Difficile a gennaio prendere giocatori di valore''

E' la vigilia di un altro big match, in casa Juve. Dopo il pari con l'Inter, il quinto nelle ultime sei uscite ufficiali, i bianconeri domenica sera saranno a Napoli per la rivincita della Supercoppa. Massimiliano Allegri minimizza i contorni della crisetta che ultimamente ha colpito la sua squadra: "La stagione è lunga, non ho la presunzione di vincere lo scudetto con cinque o dieci giornate di anticipo, impresa che può compiere soltanto il Bayern Monaco. La Roma lotterà fino alla fine con noi. Serve equilibrio: così come non dobbiamo esaltarci nei momenti buoni, adesso non dobbiamo deprimerci". E chiede ai suoi un immediato riscatto: "La Juve non vince a Napoli dal 30 settembre 2000, domani potrebbe essere la volta buona. Non sarà facile, mi aspetto una sfida equilibrata, ma abbiamo tutte le qualità per conquistare i tre punti". La Juve si presenterà al San Paolo senza il seguito dei suoi tifosi, ai quali il Casms ha vietato la trasferta ("non averli con noi è un grande dispiacere"), ma almeno potrà sfoggiare il suo vestito migliore, taglia 4-3-1-2: "Non possiamo cambiare ogni settimana, passando dalla difesa a quattro a quella a tre  -  prosegue Allegri -. La partita di Firenze è stata un'eccezione. Porteremo avanti il nostro sistema: la Juve è una grande squadra e deve giocare in un certo modo".

Il tecnico toscano torna quindi sul deludente pari contro l'Inter, mostrando il bicchiere mezzo pieno: "Quella di martedì è stata un'ottima partita, purtroppo però abbiamo commesso quattro errori tecnici individuali, compromettendo la vittoria". Allegri vorrebbe che la squadra ritrovasse il killer instinct ("La fase realizzativa va migliorata: le partite non si possono giudicare chiuse sul 2-0, figuriamoci sull'1-0...") e perdesse un po' di presunzione: "Dobbiamo capire che durante la partita ci può essere un momento di difficoltà: nemmeno alla Plastation si può vincere sempre 3-0. Le gare durano 90 oppure 120 minuti, non finiscono quando incassi un gol. Serve equilibrio, è inutile buttarsi avanti in modo scriteriato".

Dal campo al mercato. La strada per Sneijder è ora in salita, se non addirittura sbarrata: il Galatasaray non ha la minima intenzione di svendere il trequartista olandese. Intanto le big italiane investono, su tutte l'Inter. Ma Allegri, fedele alla linea societaria, non si scompone e si dice pronto eventualmente a puntare sulla linea verde: "Volete sapere se Januzaj e Mkhitaryan potrebbero giocare sulla trequarti al posto di Sneijder? Sono due ottimi giocatori, ma non sappiamo se Manchester United e Borussia Dortmund vogliono lasciarli andare via. La nostra rosa è comunque competitiva, anche se ha perso per strada Asamoah, Romulo e Barzagli. E a gennaio non è facile prendere giocatori di ottimo valore. Con il club le cose sono molto chiare: non compreremo tanto per comprare, meglio piuttosto valorizzare i nostri giovani che possono mancare di esperienza ma non di entusiasmo". In chiusura, Allegri "salva" Morata ("Alvaro deve ancora ambientarsi nel nostro campionato, ma pur non giocando tantissimo ha comqunque segnato quattro gol") e sprona Balotelli: "Con me al Milan fece una buona stagione, condita da 14 gol. Ora si parla soprattutto del personaggio che si è costruito fuori dal campo. Mario deve aiutarsi da solo, facendo dei sacrifici, altrimenti rischia di perdersi per strada. Se mi piacerebbe averlo di nuovo? A me, un po' come a tutti i tecnici, piace allenare i giocatori forti. Ma Balotelli è un tesserato del Liverpool e deve pensare soprattutto a dimostrare a chi lo denigra che è un calciatore importante".

 

 

Fonte: repubblica.it - TIMOTHY ORMEZZANO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom