Rassegna Stampa

Aspettando i play off, il sorteggio è già da brividi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-10-2015 - Ore 08:05

|
Aspettando i play off, il sorteggio è già da brividi

IL MESSAGGERO - SACCA' -  Scivolando per proprie colpe al sesto posto del ranking della Uefa per nazionali a quota 34,345 punti, l’Italia del ct Antonio Conte (foto Tedeschi)ha mancato l’occasione di accomodarsi al tavolo delle teste di serie degli Europei della prossima estate. Perché il Belgio è volato in quinta posizione e ha scavato un divario di 0,097 punti rispetto agli azzurri. Un margine minimo, nemmeno un punto intero: eppure determinante, se è vero che i belgi si sono seduti sull’ultima poltrona disponibile delle teste di serie, mentre l’Italia si è dovuta accontentare della prima piazza della seconda fascia. Questo, è chiaro, spalancherà scenari differenti. Innanzi tutto, va sottolineato che l’urna delle teste di serie si è già delineata e comprenderà la Francia organizzatrice, la Spagna campione, la Germania regina del mondo, l’Inghilterra, il Portogallo e il Belgio. Quindi sappiamo già con certezza che a giugno gli azzurri sfideranno una delle sei grandi. Poi bisogna allungare lo sguardo verso le altre fasce. Spiega la Uefa: «Nella fascia 2 figurano di sicuro Italia, Russia, Svizzera, Austria e Croazia». Facile capire dunque che, almeno nel girone, la sorte ci dispenserà dall’affrontare la Russia, la Svizzera, la pericolosa Austria e la Croazia. Qui però il ragionare si complica, perché alle sicurezze delle graduatorie si abbinano le incertezze degli spareggi. Ad esempio, la Repubblica Ceca potrebbe cadere nella seconda o nella terza fascia, come pure la Turchia, in bilico tra la terza e la quarta. Dipenderà. Dipenderà, come detto, dagli esiti dei playoff di novembre, che mescoleranno la Bosnia, l’Ucraina, la Svezia, l’Ungheria, la Danimarca, l’Irlanda, la Norvegia e la Slovenia. Per intendersi, insomma, se la Bosnia supererà gli spareggi, sbarcherà in seconda classe. Se perderà, sarà invece l’Ucraina a soffiarle il posto, sempre che si qualifichi. Ma se perderanno entrambe, allora dalla seconda urna decolleranno i cechi. Quanto all’ultima fascia, include per il momento l’Islanda, il Galles, l’Albania e l’Irlanda del Nord. A voler immaginare due sorteggi opposti, l’Italia potrà pescare Germania, Polonia e Islanda; oppure Portogallo, Romania e Irlanda del Nord. A dicembre, il verdetto.

Fonte: IL MESSAGGERO - SACCA'

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom