Rassegna Stampa

Aspettando Salah Jovetic sale

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-07-2015 - Ore 07:23

|
Aspettando Salah Jovetic sale

CORRIERE DELLA SERA - BOCCI/COLOMBO - Mohamed Salah, come previsto, ha disertato le visite mediche a Firenze. Ma il futuro dell’egiziano è ancora un intrigo: la Fiorentina sta trattando con il Chelsea, l’Inter medita un passo indietro e la Roma ne studia uno in avanti. Il tormentone continua sull’asse Firenze-Londra. Gli inglesi sono pronti a riconoscere un premio valorizzazione ai viola e anche a prestare un giocatore, che potrebbe essere il centrocampista spagnolo Oriol Romeu, classe ’91. Il club dei Della Valle ha invece un altro obiettivo: Salah fuori dall’Italia, né all’Inter e possibilmente neppure alla Roma. Le società stanno lavorando, i rapporti sono buoni, ma gli interessi contrastanti. La Fiorentina, in caso di intesa con i Blues, è pronta a rinunciare alle cause legali e a una lunga vertenza con la Fifa che porterebbe alla squalifica del giocatore. 

I tempi per Salah sembrano allungarsi. E l’Inter, ogni giorno che passa, è sempre più orientata a chiudere l’ingaggio di Stevan Jovetic. Nel ritiro di Riscone domenica sera c’è stato un vertice di mercato in cui il d.g. Fassone e il d.s. Ausilio hanno convinto Mancini della necessità di cambiare rotta e mettere il montenegrino al primo posto della lista. Ausilio, rientrato a Milano, ha telefonato a Fali Ramadani, il procuratore di Jo-Jo, per dare nuovi impulsi all’operazione. Jovetic è pronto a firmare un contratto da 3,5 milioni di euro per 4 anni. L’ostacolo è il City, che accetta il prestito biennale oneroso con diritto di riscatto, però vuole 21 milioni, mentre l’offerta interista è di poco superiore ai 15. Perisic è ancora una battaglia. Perché il Wolfsburg non accetta il prestito oneroso e l’Inter per comprarne il cartellino deve sperare che Shaqiri cambi idea e decida di accettare le proposte dello Schalke 04. L’ultimo nome è Zukanovic: ieri c’è stato l’incontro con il Chievo, la strada è in discesa, l’accordo per il difensore dietro l’angolo. 

La Roma, invece, è più possibilista per Salah, forse perché rispetto all’Inter ha più tempo a disposizione per capire l’esito della trattativa tra Chelsea e Fiorentina. E anche perché il primo obiettivo giallorosso è il centravanti Dzeko. Ma la missione del d.s. Walter Sabatini a Manchester non ha portato l’attesa fumata bianca. La Roma ha offerto 15 milioni ed è pronta a salire sino a 18 con i bonus, il City ne vuole 25. La forbice, tra domanda e offerta, è intorno a 7 milioni e la trattativa sarà lunga e complessa. Così Dzeko anziché prendere l’aereo per l’Italia, volerà in Australia con gli inglesi. Mentre Sabatini continuerà a lavorare sulle cessioni: il West Ham ha presentato una nuova offerta per Destro, mentre il Milan continua il pressing su Romagnoli. A proposito dei rossoneri il presidente Berlusconi, ieri all’Expo, ha dato speranze ai milanisti su Ibrahimovic: «Se viene lo prendo». Ma in Francia e in Inghilterra prende corpo il mega scambio Cavani-Di Maria tra Psg e Manchester United. Se i francesi dovessero lasciar partire il Matador, lo svedese tornerebbe centrale nei programmi di Blanc. Il Napoli insegue due difensori. Salgono le quotazioni dello spagnolo Bartra del Barcellona, stabili quelle del granata Maksimovic, in ribasso Vrasaljko del Sassuolo. 

Chiusura sugli allenatori italiani. Fabio Capello ha trovato l’accordo per rescindere consensualmente il contratto con la nazionale russa e oggi sarà a Mosca per ufficializzare la separazione. Claudio Ranieri, invece, torna in Inghilterra: allenerà il Leicester in Premier League. 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - BOCCI/COLOMBO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom