Rassegna Stampa

Balzaroma: «Il gol l’ha segnato il destino. Che gioia»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-09-2013 - Ore 09:59

|
Balzaroma: «Il gol l’ha segnato il destino. Che gioia»

«Ogni minuto è buono per rivoluzionare tutto, completamente», diceva Penelope Cruz in Vanilla Sky. Non si sa se quel minuto (il 63’ del derby) possa rivoluzionare la vita romanista di Balzaretti, ma di sicuro quell’instante il terzino di Torino se lo ricorderà a lungo. «La cosa bella è che ho realizzato subito cosa era successo – ha confessato a Rete Sport – Dopo il palo sentivo qualche compagno che mi spronava e mentre tornavo mi è arrivata questa palla. È stato il destino. Non ho pensato, ho tirato e basta. Quando ho visto il pallone andare in porta è stata una liberazione, una gioia immensa».

Esplosa sotto la Sud dove le lacrime di Balzaretti e De Rossi si sono mischiate in un abbraccio denso di significati. «L’ho visto piangere e mi sono sciolto anche io. È un ragazzo straordinario che ama la maglia della Roma al mille per cento, che soffre molto quando le cose non vanno bene così come Totti che è la nostra guida». Proprio De Rossi, ieri a Teleradiostereo, ha celebrato il compagno: «Nessuno si meritava questo gol più di lui, nemmeno io. Sa che può dare di più, ha mangiato tanto fango ed è stato zitto. Non ha fatto il giocatore medio che si stranisce per i fischi». 

Ora per “Balza” è il momento di festeggiare insieme a sua moglie, Eleonora Abbagnato, étoile dell’Opera di Parigi che fa una promessa: «Mi sono emozionata, è un gol fondamentale per la sua fiducia. Questa Roma è chic e merita festeggiamenti adeguati, se vince lo scudetto niente spogliarello ma un balletto sì». Il marito frena: «Siamo partiti bene e ora è tutto bello, ma arriveranno momenti negativi e dovremo saperli affrontare. Lo faremo con Garcia che ha fatto un grande lavoro dal punto di vista psicologico. Quando siamo partiti c’era poca consapevolezza e poca autostima, lui ce l’ha ridate». La pensa così anche De Rossi: «Ho capito che era un tipo interessante quando ha difeso in maniera forte e pubblica Osvaldo. Anche i sassi sapevano che voleva andare via, ma lui si è preso la responsabilità di difenderlo. Il derby? Aver vinto questo ha un sapore particolare»

Fonte: (Leggo – F.Balzani)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom