Rassegna Stampa

Basilea fuori a Tel Aviv, Roma in terza fascia

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-08-2015 - Ore 08:04

|
Basilea fuori a Tel Aviv, Roma in terza fascia

IL MESSAGGERO – SACCA’ - La Dinamo Zagabria, il Maccabi Tel Aviv, il Malmoe, il Valencia e lo Shakhtar Donetsk sono volati oltre i playoff della Champions e si sono qualificati per la fase a gironi, ma la notizia che più delizierà i tifosi della Roma è senz’altro legata alle sorti del Basilea. Perché l’eliminazione degli svizzeri in Israele ha liberato una poltrona nella terza fascia del sorteggio di domani: la occuperanno quindi i giallorossi di Rudi Garcia, che così non dovranno accontentarsi della quarta urna, di sicuro la più pericolosa, come a lungo temuto. Sappiamo già con esattezza, per di più, che la Roma eviterà di pescare l’Olympiacos, il Galatasaray, il Lione, la Dinamo Kiev e uno tra il Siviglia e lo Shakhtar Donetsk, certi anche loro di decollare dalla terza categoria. Ieri sera, emozioni a ritmo continuo. Riavviando il motore dal successo della scorsa settimana (2-1), la Dinamo Zagabria ha steso lo Skenderbeu in casa grazie a Soudani (doppietta), Hodzic e Taravel (4-1): inutile, dunque, la rete di Esquerdinha. Un gol di Zuffi e uno Zahavi, invece, hanno dato forma alla partita di Tel Aviv, come detto, tra il Maccabi e il Basilea (1-1): decisivo, a pensarci, il pari raccolto dagli israeliani in trasferta, una settimana fa (2-2). Bravo il Malmoe a capovolgere il quadro in casa contro il Celtic, vincitore all’andata per 3-2: la rimonta l’hanno siglata Rosenberg e Boyata con un autogol (2-0).

MANITA DA RECORD - E ancora. Palpiti tra il Monaco di El Shaarawy e il Valencia (2-1): a Negredo hanno replicato il «nostro» Raggi e Elderson ma, alla fine, a prevalere è stato il margine scavato dagli spagnoli al Mestalla (3-1).Va registrato, peraltro, che la Spagna sarà il primo paese della storia a poter contare su cinque squadre nella fase a gironi della Champions: dopo il Barcellona, il Real Madrid, l’Atletico Madrid e il Siviglia, ecco i valenciani di Espirito Santo. Per concludere la panoramica, ha sorpreso il pareggio che hanno confezionato lo Shakhtar e il Rapid Vienna (2-2): Marlos ha sbloccato, Schaub e Hofmann hanno ribaltato lo scenario e Gladky ha saldato il conto. Considerando il risultato dell’andata (0-1), agli austriaci sarebbe bastato solo un gol in più per centrare l’accredito. Questa sera, infine, si giocheranno le seconde (e ultime) sfide di ritorno dei playoff. Oltre all’impegno tedesco della Lazio, l’Apoel Nicosia riceverà l’Astana (0-1, all’andata); il Manchester Utd di Darmian sarà l’ospite del Brugge (3-1 per gli inglesi, la settimana scorsa); il Cska Mosca di Doumbia attende lo Sporting Lisbona di Aquilani (1-2); e al Partizan Belgrado spetterà il compito di tentare la rimonta contro il Bate Borisov (0-1).

Fonte: Il Messaggero - B.Saccà

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom