Rassegna Stampa

Bastos c’è. E GARCIA gongola: "Con lui Roma più imprevedibile"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-01-2014 - Ore 07:46

|
Bastos c’è. E GARCIA gongola:

Garcia lo voleva, Garcia lo ha chiamato, Garcia ha garantito per lui con la società, Garcia adesso dovrà trovargli posto. Lui che lo conosce meglio di chiunque altro e che, da mesi, aspettava l’occasione giusta per chiedere a Sabatini di «dargli una possibilità». Adesso che Michel Bastos è a Roma, Garcia dovrà valutarne bene le condizioni fisiche e poi mandarlo in campo. Perché ha già deciso che può giocare sia come esterno d’attacco, al posto di Gervinho o Florenzi, che di difesa, in sostituzione di Dodò, in attesa di Balzaretti.

Imprevedibile C’è un aspetto che, nelle lunghe riunioni tra Garcia, i suoi collaboratori e Massara, il vice di Sabatini, il tecnico ha voluto evidenziare: «Ormai le squadre iniziano a conoscerci, Bastos ci può regalare ancora più imprevedibilità ». Considerando che i suoi esterni d’attacco devono scambiarsi spesso posizione e che i terzini con licenza d’offendere sono fondamentali nel suo gioco, il mancino Bastos sembra avere le caratteristiche giuste. A patto di tornare quello del Lille e del Lione.

Gol, assist e famiglia Non è un bomber («ma per quello c’è Destro», è il pensiero unanime di Trigoria), ma cinque anni fa, al Lille, ha segnato 14 gol in campionato. Ceduto al Lione per 18 milioni, ha segnato 35 gol in 141 incontri. Fondamentale per i compagni (chiedere a Pjanic) con i suoi 22 assist, nell’ultimo anno, con il trasferimento in Germania prima e a Dubai poi, sembrava sparito dal calcio che conta. «Ma io ho continuato a sentirlo—ha detto Garcia—e sapevo che voleva tornare in Europa. È un grande calciatore, ma anche un grande uomo». Sposato con Leticia, papà di Valentina e Luca, ha scelto Dubai anche per una brutta esperienza vissuta dalla moglie, vittima di una rapina in Francia. Adesso è alle spalle, tanto che prima di imbarcarsi sul volo che lo ha portato a Fiumicino ha scritto su Instagram: «Parto per una nuova avventura pieno di voglia e allegria». Arrivato in Italia, se l’è cavata con un classico «sono felice, forza Roma» e poi, accompagnato dal procuratore, da Tempestilli e da Massara, ha lasciato l’aeroporto direzione Trigoria. Garcia lo aspetta per oggi, così come Pjanic che gli ha dato il benvenuto: «Vedrai che a Roma, amico mio, ti troverai benissimo ». In serata dovrebbe cenare con la squadra, poi domani sarà allo stadio per la partita contro la Juventus.

Scommessa Bastos firmerà un contratto di 6 mesi, poi scommetterà su se stesso: se farà bene sarà riscattato per 3,5 milioni e firmerà un biennale da 1,5 milioni più bonus. «Sono prontissimo», ha garantito a Garcia, che vorrebbe averlo a disposizione già per Verona. Il problema al braccio sembra risolto anche se indossa ancora il tutore, bisognerà valutare le sue condizioni fisiche perché il calcio arabo è, ovviamente, di un altro livello rispetto a quello europeo. Di cui lui aveva «davvero tanta nostalgia».

Fonte: Gazzetta dello Sport - Zucchelli

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom