Rassegna stampa

Batistuta: "Faccio fatica a camminare. Ho dato tutto per il calcio"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-07-2017 - Ore 19:36

|
Batistuta:

GAZZETTADELLOSPORT.IT - VITELLI - Gabriel Omar Batistuta ha oggi 48 anni, molto dei quali spesi sui campi di calcio ad incantare i tifosi delle squadre nelle quali ha militato, ma anche quelli delle avversarie perché alcuni colpi da campione non si può non applaudirli.

HO DATO TUTTO — Batigol, che è il secondo miglior goleador della Nazionale argentina con 56 reti realizzate in 78 presenze, oggi fatica anche a camminare. “È la verità, - dice a Fifa1904 senza nascondersi – questo è il risultato del mio lavoro senza tregua in campo. Non mi sono mai tirato indietro, ho messo sempre il massimo impegno anche quando stavo male. Una cosa è certa, ho dato più di quello che avrei dovuto e potuto”.
ALBICELESTE — L’ultima vittoria internazionale dell’Argentina è firmata Batigol. L’eroe prima di Firenze e poi di Roma ha infatti messo a segno una delle due reti con le quali la sua Nazionale battè il Messico nella finale della Coppa America del 1993. “È incredibile che da allora non abbiamo più vinto un titolo”, il suo triste commento.
AGUERO E HIGUAIN — “Sono due grandi calciatori che hanno dovuto attraversare un periodo sfortunato – è l’opinione di Batistuta – specialmente Gonzalo. Ha fallito tre chance in tre finali, ma io penso sia stata solo sfortuna. Erano occasioni che lui stesso si era creato. Non è uguale quando un tuo compagno fa tutto e poi tu davanti alla porta sbagli. 
BUGIA — “Una volta dissi che il calcio non mi piaceva. Lo feci però solo per proteggermi, per alleggerire la pressione della stampa e dei tifosi. Era una menzogna. Da piccolo preferivo fare altro, è vero, ma poi crescendo il calcio è diventato la mia passione e il mio lavoro. In realtà amo tutto del football, la tattica, gli allenamenti, le partite. Sono arrivato al punto di compromettere la mia salute per questo. Non credo occorra aggiungere altro.
MESSI E IL RECORD — “Il primato di miglior goleador dell’Argentina era nel mio cuore, sapevo che Lionel lo avrebbe battuto, solo che lo ha fatto troppo presto!”

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom