Rassegna Stampa

Benatia e Destro, riprende l’asta

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 21-08-2014 - Ore 07:58

|
Benatia e Destro, riprende l’asta

Un click galeotto li ha immortalati mentre erano in attesa ieri mattina all’aeroporto di Fiumicino per prendere un volo destinazione Londra. I social forum hanno fatto poi il resto, facendo in modo che la foto diventasse in pochi minuti di pubblico dominio. Baldissoni e Sabatini tornano dunque nella City insieme, come avevano fatto lo scorso anno a Ferragosto. All’epoca il viaggio fruttò due cessioni: quella di Osvaldo al Southampton e di Lamela al Tottenham. Stavolta il blitz segue da vicino quello già effettuato in solitaria una settimana fa dal d.s.

 
A CENA CON BALDINI –  Ufficialmente il motivo del viaggio è capire se le offerte che diversi agenti stanno agitando per i loro assistiti siano veritiere o meno. E il miglior modo di farlo è andare in loco e parlare con i diritti interessati. Uno dei calciatori in questione è Destro. Il centravanti è assistito da Vigorelli (insieme a Contratto), procuratore di riferimento a Trigoria in questa sessione: Cole e Astori portano la sua firma. Ma l’operato dell’agente potrebbe non essersi concluso. Se il Chelsea rimane alla finestra (deve prima cedere Torres: per il Times proprio la Roma sarebbe interessata a prenderlo in prestito a patto che si riduca lo stipendio) nelle ultime ore per l’ex senese si è fatto avanti l’Arsenal. Wenger, infatti, dopo aver ceduto Bendtner al Wolfsburg ha solamente Giroud come terminale offensivo. Troppo poco per disputare da protagonisti Premier e Champions. Ma i club interessati non finiscono qui: in serata cena a tre Baldini, Sabatini e Baldissoni. Il Tottenham per arrivare all’attaccante deve prima liberarsi di Soldado. La Roma valuta Destro 30 milioni. Una somma che (eventualmente) sarebbe poi parzialmente rinvestita su un centravanti di movimento, come Luiz Adriano. E in quest’ottica ad alimentare l’intrigo ci ha pensato la fidanzata Ludovica Caramis, prossima sposa (1 settembre) dell’attaccante che al settimane ‘Chi’ ha aperto all’ipotesi estera: «Se Mattia andrà all’estero io lo seguirò. Fa parte del gioco, rientra nel suo lavoro». Ma attenzione, perché Vigorelli è anche l’agente di Santon e a Trigoria stanno cercando ancora un terzino polivalente capace, come Torosidis, di giocare su entrambe le fasce.

 
GUARDIOLA IN PRESSING –  Il blitz londinese mette in secondo piano per qualche ora l’affaire-Benatia. Anche perché il duplice incontro tra l’agente Sissoko e Sabatini di martedì ha partorito una fumata grigia. Il procuratore ha informato il d.s. dell’offerta del Bayern Monaco (confermata ieri dal primo contatto telefonico diretto tra Rumenigge e Sabatini) che però è ancora molto lontana (almeno 10 milioni) da quanto chiede la Roma per il cartellino (40 milioni, disposta a scendere a 32 +8 di bonus). A Trigoria hanno rilanciato proponendo un nuovo adeguamento contrattuale (2 milioni più bonus) al giocatore che però ha rifiutato. Oramai nel club si ha la convinzione che il difensore abbia uno stato d’animo simile a quello di Lamela un anno fa, per il quale Sabatini, una volta ceduto, poi spiegò come «dopo l’offerta ragguardevole che aveva ricevuto che non avremmo voluto e potuto pareggiare, non potevamo non tenere presente il suo stato d’animo. Piuttosto che fare una battaglia, abbiamo deciso di accettare l’offerta».

 

Chiudendo gli occhi – e al netto degli obiettivi diversi che si prefigge la società a distanza di dodici mesi – sembra la stessa situazione nella quale si trova Benatia. È chiaro che qualora la cessione del difensore dovesse andare in porto la Roma non può farsi trovare impreparata. Sono diversi i nomi messi nel mirino da tempo dal d.s. giallorosso: Nastasic, Rolando, Basa, Chiriches (del quale, oltre a Destro, si è parlato nella cena londinese ieri sera) e Manolas. Se per il montenegrino c’è un’intesa da giugno (accordo triennale da 1,5 milioni più bonus) anche se bisognerà attendere il ritorno del preliminare di Champions tra Lille e Porto (andata 1-0 per i lusitani), per il greco la presenza ieri dell’agente Raiola a Londra (anche per definire il possibile addio di Balotelli dal Milan) alimenta le voci di un prossimo passaggio all’Arsenal. Ieri sera (per l’ennesima volta) la stampa inglese scriveva di visite mediche imminenti.Se anche oggi dovessero rivelarsi false, tornerebbero inevitabilmente in mente gli incontri avuti da Sabatini con la dirigenza greca (5 e 8 agosto) nella capitale.

Fonte: Il Messaggero/S.Carina

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom