Rassegna Stampa

Benitez fa fronte comune: “Tutti uniti per vincere con la Roma”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-02-2014 - Ore 08:39

|
Benitez fa fronte comune: “Tutti uniti per vincere con la Roma”

Importantissimo il significato di questa semifinale di andata di coppa Italia. E non solo perchè un buon risultato stasera aumenterebbe le chance in vista del ritorno tra una settimana al San Paolo. Il Napolicontro la Roma di Garcia vuole staccare mezzo biglietto per la finale ma soprattutto cancellare la brutta sconfitta di Bergamo con l’Atalanta e allontanare i venti della crisi. Sconfitta già cancellata, a parole, da Benitez che ora si attende la risposta sul campo. «La Roma è una squadra fortissima e ha il vantaggio di essere più riposata perchè domenica non ha giocato. Il nostro atteggiamento deve essere positivo, dobbiamo ripetere la partita del campionato cercando però di sfruttare le occasioni e poi fare una buona fase difensiva. La cosa più importante sarà far gol. La Roma più avanti di noi? Nel calcio bisogna tenere presente il fatturato: la Roma fa investimenti da due-tre anni, ora grazie anche al lavoro di un ottimo allenatore stanno arrivando i risultati».
Roma-Napoli, seconda e terza forza in campionato, si giocano la finale di coppa Italia. Gli azzurri poi disputeranno anche l’Europa League, l’impegno è su tre fronti. Benitez indica la priorità. «La Champions League, questa è la nostra priorità, un obiettivo troppo importante e da non poter fallire. Ora pensiamo alla coppa Italia, siamo in semifinale: proveremo a vincere un titolo che sarebbe molto prestigioso per il club. I bilanci si fanno alla fine».
Va avanti per la sua strada Rafa e difende ancora una volta le scelte di Bergamo, l’esclusione di Higuain e Hamsik. «Con i tanti impegni la gestione della rosa è necessaria. Ricordo che una volta a Valencia tolsi Aimar e Vicente, perdemmo e venni massacrato. Poi alla fine vincemmo lo scudetto. Una soluzione necessaria quella di Bergamo, una scelta che rifarei». Difende le sue scelte e la sua squadra. Questo però è il momento di tirar fuori il carattere, per svoltare nei momenti di difficoltà servono i leader. «In squadra abbiamo 3-4 giocatori dalle caratteristiche di leader, devono farlo, possono farlo, hanno la mia fiducia, in campo non devono avere paura di sbagliare. E poi in questi momenti è più che mai importante restare uniti, tutti quanti, tifosi compresi, così si superano i momenti di difficoltà». I leader del Napoli, tra questi Hamsik, il capitano. «Marek ha qualità tecniche e fisiche per essere importante. Deve credere in se stesso e fare un passo avanti. Lo vedo con grande voglia e ho grande fiducia nei suoi confronti».
Benitez parla di De Laurentiis, cancella le voci di divergenze e di suo un possibile addio a fine stagione.«Tutto tranquillo, il presidente è una persona intelligente e sa dove siamo e dove vogliamo arrivare. Gli ho inviato un messaggio, siamo tutti dispiaciuti quando si perde, questo è normale. Quello che serve è ricaricarsi e ripartire». Già, ripartire. Contro la Roma esame severo, per superarlo ci vuole il Napoli di inizio stagione, come sottolineato proprio da Benitez. «Non era facile mantenere il livello di inizio anno, poi abbiamo avuto cinque infortuni di giocatori molto importanti. Anche la Roma è calata con Totti e Gervinho fuori per infortunaio. Atleticamente siamo a posto, adesso tutti ci conoscono meglio e si abbassano in dieci dietro la linea della palla. Dobbiamo attaccare meglio e si va avanti con lo stesso modulo».

Fonte: Il Mattino

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom