Rassegna Stampa

Birra, risse e paura piazza di Spagna ostaggio dei tedeschi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-10-2014 - Ore 10:31

|
Birra, risse e paura piazza di Spagna ostaggio dei tedeschi

Fiumi di birra scorrono sulla scalinata di Trinità dei Monti trasformata in una curva da stadio dai tifosi del Bayern Monaco sbarcati in città per la partita di ieri sera contro la Roma all’Olimpico. «Beer! Beer!», gridano già dalle 11 del mattino decine di venditori ambulanti che per l’occasione hanno rimpiazzato le bottigliette d’acqua ghiacciata con la bevanda alcolica che va per la maggiore tra gli oltre 5 mila tifosi bavaresi arrivati nella Capitale per il match di Champions.

ALCOL SULLA GRADINATA Si fa fatica scendere verso piazza di Spagna, i 135 scalini vengono inghiottiti da centinaia di lattine e bottiglie che scivolano giù fino alla Barcaccia dove galleggiano buste di plastica. «FC Bayern, Stern des Südens» gridano i tifosi ubriachi intonando cori da stadio. Fugge un gruppo di turisti giapponesi, fuggono mamme con i bimbi: piazza di Spagna è blindata con decine di poliziotti in tenuta antisommossa. La tensione sale quando qualcuno grida «Forza Roma», scattano insulti e ancora cori. Loro, gli spacciatori abusivi di alcol fiutano l’affare e arrivano a squadre a presidiare la scalinata trascinando buste del supermercato con decine di bottiglie di birra. Si può anche contrattare: si parte da quattro euro per mezzo litro di alcol da ingoiare in pochi secondi. Si brinda, si grida, le bottiglie si rovesciano e la birra bagna la monumentale scalinata. Alle 14 la piazza è completamente piena di tifosi.

POCHI VIGILI A combattere contro le squadre di abusivi solo due vigilesse, che agitano e gonfiano i fischietti, gridano e poi scattano. Riescono a bloccare uno degli spacciatori di birra davanti alla Barcaccia. Scattano fischi e «buuu» dai parte dei tifosi che quasi difendono il procacciatore di alcol. L’ambulante prova a fuggire, ma viene bloccato dalle divise bianche che a fatica attraversano la folla e portano il ragazzo all’auto parcheggiata poco lontano. «Fermo, stai fermo – gridano al venditore – ti avevamo già multato per aver venduto le aste per fare i selfie e tu sei tornato con due buste piene di birra». I rinforzi non arrivano, la merce viene sequestrata, il ragazzo multato. Intanto la scalinata si riempie di nuovo di ambulanti, mentre sono arrivati quattro blindati di polizia e carabinieri. I tifosi, completamente ubriachi, si mettono in marcia scortati dalle forze dell’ordine, lasciano l’assedio a piazza di Spagna, scalano la salita di San Sebastianello e raggiungono i pullman parcheggiati a Villa Borghese che li porterà all’Olimpico. Piazza di Spagna è di nuovo libera, la scalinata resta ostaggio di centinaia di bottiglie di birra. 

Fonte: IL MESSAGGERO - DE CICCO

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom