Rassegna Stampa

Borriello riflette sul West Ham

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-01-2014 - Ore 07:43

|
Borriello riflette sul West Ham

Non sarà bastata una notte per portare consiglio, ma Borriello non ha ancora chiuso la porta in faccia al West Ham. L'attaccante, alla ricerca di più spazio dopo il rientro di Destro, avrebbe preferito rimanere in Italia, ma a parte il timido sondaggio della Fiorentina che ormai ha preso Matri, nessuna richiesta è arrivata sul tavolo di Trigoria. L’Inter si sta muovendo attraverso il procuratore Bozzo, che ha portato Mazzarri a Milano, ma di concreto al momento non c’è nulla.

La trattativa tra la Roma e il West Ham è definita: prestito oneroso con diritto di riscatto, che consentirebbe alla società di risparmiare circa 3 milioni e mezzo di ingaggio. La parola spetta a Borriello, perché Garcia non ha chiesto la sua cessione, anzi. Dipendesse dal tecnico resterebbero tutti. E arriverebbe un altro terzino sinistro. La sua strategia societaria non prevede pervede però un nuovo arrivo difensivo a gennaio, anche perché al Bernardini si conta di recuperare Balzaretti. Qualora i tempi dovessero invece allungarsi, allora Sabatini potrebbe chiudere un’operazione last minute: si aspetta la fine di gennaio.

Romagnoli a parte (verso il prestito allo Spezia) il reparto non subirà altre variazioni. Dopo Marquinho anche Burdisso non è convinto della proposta arrivata dal Genoa, quindi l'addio dell'argentino avverrà soltanto al termine naturale del contratto a giugno, quando potrebbe arrivare Vidic a parametro zero da Manchester.
Le priorità al momento sono altre. Dopo Paredes (il trasferimento per 6 mesi alla Sampdoria è quasi fatto), Sabatini ieri ha praticamente chiuso la trattativa per il 17enne paraguaiano Sanabria. Il ragazzo, che da lunedì alloggia insieme alla famiglia in un hotel sulla Pontina, non vede l'ora di cominciare la sua nuova avventura nella capitale (anche lui dovrà in caso andare in prestito fino a giugno) può liberarsi dal Barcellona con una clausola da circa 3 milioni: Sabatini vuole evitare scontri in tribunale con i blaugrana, che dopo essersi accorti di aver perso il controllo sul giovane della cantera vorrebbero una somma di 12 milioni (cifra minima della clausola per i giocatori professionisti): l’accordo è stato trovato intorno ai 4 milioni e Sanabria può considerarsi già un giocatore della Roma. La conferma è arrivata ieri dal procuratore del ragazzo: «Siamo in Italia per formalizzare l'accordo con la Roma. Il Barcellona? Ognuno si comporta come crede».

Meno complicata invece la possibilità di trovare un accordo con l'Halmstads per arrivare al diciassettenne Valmir Berisha, punta centrale svedese (capocannoniere dell'ultimo Mondiale under 17). Sabatini deciderà (senza fretta) se mettere sul piatto più di 340.000 euro per il giocatore (comunitario) destinato a finire in caso nella Primavera romanista. Rifiutata da Sabatini l'offerta del Werder Brema per Torosidis, Caprari torna a Pescara in comproprietà: possibile che nella metà vengano inseriti i giovani Piscitella e Frascatore oltre ad un conguaglio economico.
La cessione di Bradley al Toronto apre una nuova leadership in Canada: due amichevoli previste tra i club nei prossimi 6 anni e allenamenti programmati per la formazione della Mls a Trigoria.

Fonte: Il Tempo

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom