Rassegna Stampa

Bosnia, non basta Pjanic. Tzavellas salva la Grecia E Dzeko si fa espellere

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 14-11-2016 - Ore 07:48

|
Bosnia, non basta Pjanic. Tzavellas salva la Grecia E Dzeko si fa espellere

GAZZETTA DELLO SPORT - LONGO - Finisce in parità la sfida tra Grecia e Bosnia fondamentale per la corsa al secondo posto nel gruppo H per ora dominato dal Belgio, ma al fischio finale dello svedese Eriksson i greci si abbracciano e festeggiano in mezzo al campo, mentre Pjanic e compagni crollano a terra dalla delusione. La Bosnia incassa la rete del pareggio (un sinistro violentissimo quanto spettacolare di Tzavellas dai 25 metri) all’ultimo dei 5 minuti di recupero e getta al vento 3 punti che sembravano ormai in tasca. Bosnia bella ma cicala, un limite già emerso in altre occasioni per una squadra talentuosa ma incapace di capitalizzare la superiorità tecnica e di gioco.

DOMINIO TECNICO Il c.t. tedesco Skibbe rinforza il centrocampo cercando di limitare con la quantità la superiorità tecnica dei bosniaci, ma con scarsi risultati. Pjanic nel ruolo di trequartista è il vertice alto di un rombo con Jajalo davanti alla difesa e, ai suoi lati, Lulic a sinistra e Hajrovic a destra, che quando riparte riesce sempre a mettere in difficoltà i padroni di casa. La Bosnia va vicina al gol con Ibisevic (colpo di testa centrale), con Pjanic (tiro svirgolato di sinistro da centro area) e con Hajrovic (sinistro a giro che accarezza il palo) e lo trova al 32’ su palla inattiva con una splendida punizione dello juventino dai 25 metri: la palla centra il palo, sbatte sulla schiena di Karnezis e finisce in porta.

LA RIPRESA Vantaggio un po’ fortunoso, ma strameritato che nella ripresa sembra sempre sul punto di consolidarsi. La Grecia prima del missile di Tzavellas ha una sola grande chance del pareggio con una sventola di destro di Fortounis che Begovic devia sul palo, mentre la Bosnia va vicina al raddoppio in più occasioni, soprattutto con un sinistro in corsa di Dzeko che Karnezis devia in angolo e con un piatto destro di Pjanic che da centro area e senza pressione mette a lato.

DZEKO ESPULSO A mischiare le carte arriva a 10 minuti dalla fine il rosso a Dzeko e Papadopoulos. Il romanista rovina una buona prestazione tirando giù da terra i pantaloncini di Papastathopoulos dopo aver subito un fallo. Nel parapiglia finisce negli spogliatoi anche Papadopoulos per un colpo proibito. In 10 contro 10 la Bosnia sembra comunque controllare. Non affonda e cerca di far girare a vuoto gli avversari riuscendoci fino all’ultimo minuto del recupero. I greci fanno festa come se avessero vinto, l’amarezza de bosniaci è tutta nelle parole di Pjanic: «In campo i migliori eravamo noi, ma purtroppo il calcio è questo. Non si può concedere un gol all’ultimo minuto come abbiamo fatto noi, ma soprattutto dovevamo trasformare una delle occasioni che abbiamo avuto per fare il 2-0».

Fonte: Gazzetta dello Sport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom