Rassegna Stampa

Burdisso saluta e HEITINGA apre: "Roma, mi piaci"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-01-2014 - Ore 08:07

|
Burdisso saluta e HEITINGA apre:

Un nuovo scossone mette ulteriormente in fibrillazione della Roma. Nicola Burdisso, infatti, ieri ha annunciato il suo addio alla maglia giallorossa. «Io penso che dopo 4 anni e mezzo bellissimi qui a Roma un ciclo si può chiudere — ha detto il difensore argentino a Sky —. Devo pensare alla possibilità di andare al Mondiale perché ne ho disputati due e giocavo in Nazionale fino all’anno scorso. Quest’anno ho trovato una concorrenza che sta facendo molto bene. Garcia è stato chiarissimo con me a inizio stagione, eravamo in tre per due maglie e gli altri si stanno comportando bene». L’argentino ha richieste dall’estero (Valencia, Leverkuesen e San Lorenzo), ma anche dall’Italia (Parma, Genoa, e c’è chi sussurra anche Napoli e Fiorentina).

HEITINGA & PALETTA Questo obbliga l’allenatore a cercare una soluzione perché Jedvaj, a Trigoria non è considerato ancora maturo per fare il primo cambio di Benatia e Castan. E così torna alla ribalta Johnny Heitinga, 30 anni, l’olandese dell’Everton (ex Ajax e Atletico) che ha anche il vantaggio di essere in scadenza a giugno. Il difensore centrale (adattabile anche a destra e in mediana) ha 87 presenze in Nazionale, con la quale ha segnato anche sette reti. Soltanto un paio di settimane fa Heitinga aveva affermato: «Dopo Spagna e Inghilterra, mi piacerebbe provare a fare un’esperienza in Italia. La Roma è una delle migliori squadre, ci gioca il mio connazionale Strootman e Garcia fa un ottimo calcio». Insomma, quasi una investitura, anche se si fa pure il nome di Paletta (Parma), che però costa circa 4-5 milioni: più probabile arrivi proprio in uno scambio con Burdisso.

SANTON & IRKIN Ma la Roma si muove anche per la fascia sinistra. Visti i dubbi che ci sono sulle condizioni di Federico Balzaretti, pochi giorni fa Garcia ha chiesto esplicitamente un rinforzo e, anche se la cosa non è stata molto gradita in quel di Trigoria, qualcosa si sta muovendo. Il St. Etienne ha ricevuto una richiesta di prestito con diritto di riscatto per l’algerino Ghoulam (conosciuto molto bene da Garcia), ma nicchia, mentre col Genoa — con cui resta aperto il fronte per la cessione di Marquinho — si tratta la comproprietà di Antonelli a circa 3,5 milioni di euro. Piace anche Santon, anche se il Newcastle lo valuta circa 8 milioni, così come Erkin (Fenerbahce). Nel frattempo, dalla Francia rimbalza una notizia: il Corinthians vorrebbe portare la Roma davanti alla Fifa per il mancato pagamento della percentuale (2,2 milioni di euro) sulla cessione di Marquinhos al Psg, ma a Trigoria fanno sapere che la scadenza del pagamento è marzo 2014.

QUESTIONE SANABRIA Ancora tutto fermo, invece, per Sanabria. Ieri in Spagna si parlava di una possibile visita di Martino a casa del giocatore per convincerlo a restare a Barcellona. La visita c’è stata, ma non è di ieri, è datata, avvenuta molti giorni fa e prima che il talento paraguaiano prendesse la sua decisione definitiva di lasciare la Catalogna per i giallorossi. Tony attualmente è ancora a Roma, ma il braccio di ferro tra Trigoria e Barcellona è ancora lontano da essere risolto. All’orizzonte c’è anche il rischio tribunale, anche se l’impressione è che alla fine una soluzione si troverà.

Fonte: Gazzetta dello Sport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom