Rassegna Stampa

C’è lo sconto sulla clausola Juve-Pjanic ora è più facile

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-06-2016 - Ore 06:54

|
C’è lo sconto sulla clausola Juve-Pjanic ora è più facile

GAZZETTA DELLO SPORT - DELLA VALLE/STOPPINI - Non è ancora un passo avanti nella trattativa, ma sicuramente è una significativa apertura: la Roma tratterà per Miralem Pjanic anche senza clausola, esattamente quello che vuole la Juventus, vigile e sempre in attesa di uno spiraglio per portare a Torino il centrocampista bosniaco. La novità è la seguente: dei famosi 38 milioni della clausola, infatti, una percentuale corposa – superiore al 15% – finirebbe al bosniaco e non alla società giallorossa. Questo significa che per Pjanic si può discutere con la Roma anche a una cifra inferiore. Anzi, trattare senza clausola potrebbe essere più conveniente per la Roma e potrebbe convenire anche all’eventuale compratore, Juve compresa.

MIRE IN CITTà Il bosniaco è al centro del mercato giallorosso. E ieri è rientrato a Roma da Ibiza, dove ha trascorso una parte delle vacanze: in agenda non c’è però alcun incontro con i dirigenti giallorossi. Non è un mistero che il bosniaco sia la prima scelta di Allegri per il centrocampo. Pjanic ha fantasia e tecnica, può fare la mezzala ma sa giocare anche dietro alle punte. Il trequartista è un ruolo caro al tecnico della Juve, che ha abbandonato il 4-3-1-2 per mancanza di interpreti all’altezza, ma lo considera il sistema di gioco ideale soprattutto per alzare l’asticella in Champions League. Miralem ha già avuto un primo approccio con la Juve, lui vorrebbe restare a Roma ma in caso di cessione ben venga una squadra che punta forte al sesto scudetto e anche all’Europa. Per questo la novità è molto significativa: Beppe Marotta nei giorni scorsi non ha negato l’interesse per il giocatore, specificando però che la Juve non intende pagare la clausola e proverà ad aprire una trattativa, magari inserendo nell’affare qualche contropartita tecnica (Zaza, Pereyra o Asamoah). A questo punto la Juve potrebbe presentarsi da Pallotta con un’offerta di poco superiore ai 30 milioni, che permetterebbe alla Roma di incassare di più che con la clausola. Intanto la Juve tiene calda anche la pista André Gomes (il Valencia vuole 50, bianconeri fermi a 30).

ALTRE TRATTATIVE Per quanto riguarda l’attacco, prima di tutto resta da definire il futuro di Alvaro Morata, che è saldamente in mano al Real Madrid. Al momento le possibilità che l’attaccante spagnolo torni a indossare la maglia della Juventus sono poche. La prossima settimana Marotta e Paratici incontreranno Florentino Perez, per capire se il Real è intenzionato ad esercitare il diritto di riacquisto a 30 milioni di euro, come sembra. In quel caso non ci sarà nessun margine di manovra per la dirigenza bianconera. Se invece la Casa Blanca fosse disposta a trattare, la Juve potrebbe formalizzare un’offerta per cancellare la recompra(20-25 milioni). Per Morata in prima fila ci sono sempre Chelsea e Psg. La prossima settimana dovrebbe essere quella decisiva anche per Berardi, che arriverà a Torino indipendentemente da Morata. La Juve ha un accordo con il Sassuolo sulla base di 25 milioni, che in parte potrebbero essere coperti da contropartite.

ISLA IN TURCHIA? Anche per Dani Alves manca solo l’ufficialità. Intanto si registra un interessamento del Besiktas per Mauricio Isla. Lunedì gli emissari del club turco erano negli Stati Uniti per osservarlo in Coppa America con l’Argentina, la Juve vorrebbe cederlo in prestito con obbligo di riscatto mentre il Besiktas preferirebbe il diritto, la trattativa è all’inizio ma in ogni caso la società bianconera non ha intenzione di riportarlo alla base. Per quanto riguarda le uscite Zaza al momento non è sul mercato, nonostante l’interessamento del West Ham su tutti. Il Chelsea di Conte ha sondato Asamoah e Lichtsteiner, ma quest’ultimo per la Juve è incedibile. L’arrivo di Mirante potrebbe spingere Neto in Inghilterra, all’Everton.

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom