Rassegna Stampa

Cagliari-Udinese 3-0, apre Ibarbo, poi poi Vecino e Ibraimi

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-03-2014 - Ore 14:31

|
Cagliari-Udinese 3-0, apre Ibarbo, poi poi Vecino e Ibraimi

In gol Ibarbo, Vecino e Ibraimi per tre punti d'oro: bianconeri agganciati in classifica. Non basta la grande pressione friulana nel secondo tempo. Traversa di Di Natale

Era una partita cruciale: il Cagliari porta a casa una vittoria preziosa tornando al successo dopo un mese e aggancia a quota 28 l'Udinese in un match in cui gli episodi hanno rappresentato un fattore decisivo. Come nell'occasione del gol di Ibarbo: l'Udinese si divora un gol con Di Natale, servito da Pinzi in area, che col sinistro da due passi calcia alle stelle sebbene indisturbato. L'azione riparte con un lancio di Astori, Naldo pasticcia, Ibarbo controlla di petto e calcia in porta con deviazione dello stesso Naldo. Scuffet è beffato e al 18' siamo 1-0. La reazione friulana passa ancora per i piedi di Di Natale, che al 23' si vede deviare in angolo da Avramov una botta defilato a sinistra. Ancora Di Natale al 29': praticamente da fermo, il leader bianconero cerca l'angolo alto alla sinistra di Avramov, ma il portiere rossoblù ci arriva e alza sulla traversa. Scuffet protagonista nel finale di primo tempo su due traversoni pericolosi di Pinilla. Con l'Udinese mai capace finora di recuperare dopo essere andata in svantaggio, il Cagliari punta nella ripresa su una difesa ordinata e ripartenze veloci con Cossu, Pinilla e Ibarbo. Guidolin inserisce Nico Lopez e i friulani ci provano, pungendo senza fortuna con Yebda, Danilo, Basta e Di Natale. Col passare dei minuti la palla staziona di fatto sempre nella trequarti rossoblù. Anzi, al 22', uno stop maldestro di Pinzi regala ad Avelar una palla da insaccare con Scuffet che evita il 2-0. E al 29' Nenè, entrato per Pinilla, sfiora il gol servito da Ibarbo da destra. Guidolin le prova tutte e nel finale inserisce anche Maicosuel per Naldo passando dal 4-3-1-2 al 3-4-1-2, col brasiliano dietro Di Natale e Nico Lopez: e al 33' le due punte confezionano un contropiede salvato dal provvidenziale intervento difensivo di Astori. E al 37' arriva il 2-0: Vecino mal controllato da Basta gira di destro una punizione battuta da Ibraimi. Partita chiusa, scacco matto. Scacco sigillato dal macedone Ibraimi (entrato per Cossu) al 44' al termine di una ripartenza feroce.

Fonte: gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom