Rassegna Stampa

Carrasco, il belga che incanta

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-06-2014 - Ore 08:37

|
Carrasco, il belga che incanta

Giovane, talentuoso (molto talentuoso) e “economico”. Si tratta di Yannick Ferreira Carrasco, ala sinistra con doppio passaporto (belga/spagnolo) del Monaco che la Roma, stando agli ultimi rumors di mercato, starebbe seguendo con molta attenzione. Il giocatore piace e non poco a Walter Sabatini che starebbe seriamente pensando di andarlo a prendere ora che non costa troppo (5,5 milioni di euro) dato che ha il contratto in scadenza nel 2015. Contratto che il club del Principato (a cui i soldi non mancano) vorrebbe rinnovare sia per il valore tecnico del giocatore sia per evitare di perderlo a zero il prossimo anno. Ma chi è Yannick Ferreira Carrasco? Il ragazzo nasce a Ixelles (comune belga di 80mila abitanti vicino a Bruxelles) il 4 settembre del 1993. Inizia la sua carriera giovanile con lo Stade Everois Racing Club, per poi passare al Diegem e al Koninklijke Beerschot Antwerpse Club.

Qui viene notato dal Genk dove si trasferisce nel 2009. Un anno dopo però arriva il Monaco che lo inserisce nella squadra B (poco più della nostra Primavera), con cui disputa il campionato di quarta divisione meritandosi la chiamata in prima squadra allenata da Claudio Ranieri. La stagione 2012/2013 è invece quella del primo grande salto di qualità. Da subito titolare in Ligue 2, l’ala sinistra va in gol (e serve un assist) alla prima giornata nella gara contro il Tours, battuto per 4-0. Si ripete poi contro il Dijon (1-1), l’Angers (vinto 2-1), il Le Mans (vinto 3-2) e contro l’Auxerre, dove segna la sua prima doppietta da calciatore professionista (match vinto 2-0). A fine campionato, che vede il Monaco qualificarsi in Ligue 1 con 2 giornate d’anticipo, sono 27 le presenze con 6 gol e 6 assist. Prestazioni che attirano su di lui le attenzioni di diversi club e ne fanno un idolo della tifoseria monegasca. Nell’ultima stagione (2013/2014) arriva l’esordio in Ligue 1 (alla prima giornata nella vittora per 2-0 contro il Bordeaux). Nella seconda giornata di campionato contro il Montpellier (vinta 4-1) regala un assist per la sua squadra e la momentanea vittoria. Il suo primo gol in Ligue 1 lo realizza alla nona giornata di campionato, segnando il momentaneo 1-0 contro il Saint-Étienne (2-1 il risultato finale). La giornata seguente sigla una doppietta al Sochaux (finita 2-2). A livello di nazionale, dopo aver giocato sia con l’Under 18 (prima convocazione all’età di 16 anni) e Under 19 (con cui all’Europeo ha segnato due gol, rispettitivamente contro la Scozia (vinto 3-1) e contro l’Italia (perso 2-1), milita ormai da tempo nell’Under 21 con cui ha debuttato in occasione delle qualificazione all’Europeo di categoria 2015 durante la sfida Cipro, vinta 2-0. Il primo gol, invece, l’ha segnato contro l’Italia nella vittoria per 3-1. Se lo ricorda bene Gigi Di Biagio, visto che lo scorso 5 settembre il ragazzo ha fatto vedere le stelle alla sua Italia nella sfida casalinga persa 3-1 dagli azzurrini.

CARATTERISTICHE- Dal punto di vista tecnico è un’ala sinistra che all’occorrenza può giocare a destra ma anche come trequartista. Oltre a essere veloce e molto tecnico, è dotato di un discreto fisico (1,80 cm per 67 kg) che gli permette di tenere botta ai contrasti. Capace di tante giocate spettacolari che hanno fatto stropicciare gli occhi ai tifosi e addetti ai lavori. Presto per dire se diventerà o meno una stella del calcio mondiale, ma la strada che sta seguendo è quella giusta. Anche perché potrebbe diventare giallorossa…

Fonte: IL ROMANISTA - FERRARI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom