Rassegna Stampa

“Cerci costa 20 milioni”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-06-2014 - Ore 07:39

|
“Cerci costa 20 milioni”

Giovedì scorso è andato in scena un incontro tra il Torino e l’agente Berti. Tema: fissare il prezzo di Cerci. Nel colloquio si è parlato inevitabilmente anche dell’interesse della Roma e delle possibili contropartite che il club giallorosso sarebbe disposto a mettere sul piatto. Sono stati fatti due nomi: Verre e Lopez. Il d.s. Petrachi, pur apprezzando i due calciatori, ha però fatto presente che la volontà del club di Cairo (almeno per ora) è di monetizzare a meno che Sabatini non sia disposto a mettere sul piatto Florenzi (e 10 milioni). Pur non essendo presente la Roma, l’ipotesi è stata considerata dalle parti difficilmente praticabile. Il Torino, allora, ha comunicato al procuratore (il cui intento nell’incontro era chiaramente di abbassare il prezzo del suo assistito) che il costo del cartellino di Cerci è di 20 milioni anche se la società granata, almeno ufficialmente, continua a ribadire di non voler cedere il calciatore. Il rinnovo contrattuale (l’attuale scade nel 2016) viene però considerato fondamentale per la permanenza del nazionale azzurro. E la trattativa, su questo versante, è a dir poco in salita. Berti ha infatti avanzato le richieste del suo assistito: 2 milioni a stagione (senza considerare i bonus). Troppi per Cairo, considerando che attualmente Cerci – il calciatore che già guadagna di più nel club – percepisce 760 mila euro all’anno. Calcolatrice alla mano si tratterebbe quasi di triplicare lo stipendio attuale. Impossibile per la politica salariale adottata dal Torino. Aspettando di conoscere l’esito del testa a testa tra Cerci e Iturbe (con il Verona si sta parlando anche di Romulo), l’esterno olandese Lens, ora alla Dinamo Kiev, continua ad esser monitorato con interesse a Trigoria. BASA IN POLE
Non solo attaccanti. Aspettando di conoscere la fine della telenovela-Benatia, dietro indicazioni di Garcia, Sabatini ha messo nel mirino almeno da un mese il centrale del Lille, Basa. Potrebbe esser stato proprio lui, il motivo del viaggio lampo del d.s sabato in Francia. Il centrale montenegrino viene ritenuto la pedina ideale da inserire nella rosa: ha esperienza internazionale, il costo del cartellino è accessibile (3-4 milioni circa) e lo stipendio si aggira attorno a 1,2 milioni. Unico inconveniente lo status di extracomunitario che sommato a quello di Uçan (dopo aver trovato l’accordo mercoledì scorso per 10 milioni, sono in via di definizione le modalità di pagamento tra Roma e Fenerbahce) chiuderebbe in largo anticipo la possibilità di tesserare giocatori extra Ue. Chi non avrebbe di questi problemi è il terzino sinistro del Monaco, Kurzawa o quello del Psg, Digne. Piacciono anche i giovani Coman (Psg) e Khazri, quest’ultimo attaccante esterno e nazionale tunisino (ma con passaporto francese), classe ’91, 32 presenze e 6 gol nell’ultima stagione in Ligue 1. Il tecnico di Neymours aveva fatto il suo nome anche l’estate scorsa ma all’epoca, non sentendosi ancora pronto a lasciare la Francia, il ragazzo aveva deciso di rimanere a Bastia. Ora con il contratto in scadenza nel 2015 le cose sono cambiate. La Roma sta provando ad inserirsi anche se il rischio – come già accaduto con il talento 17enne romeno Manea (terzino destro del Constantja, già una presenza in nazionale) che andrà allo Schalke 04 per tre milioni – è che possa essere troppo tardi. Secondo l’Equipe, infatti, l’Udinese nelle ultime ore ha recapitato un’offerta al club francese (notizia però smentita dal d.s. Giaretta) che segue quella ufficiale del Bordeaux.

MINACCIA INGLESE
Intanto nonostante le rassicurazioni rilasciate dal suo entourage qualche giorno fa sulla permanenza a Roma – «Il club non vuole cedere Strootman e sarebbe difficile lasciare una squadra fantastica che l’ha supportato durante l’infortunio. E’ felice dov’è e vuole restare e giocare la Champions League il prossimo anno» – la stampa inglese continua insistere sul possibile trasferimento di Strootman al Manchester United. Dopo le frasi sibilline di Van Gaal («Ho fornito la mia lista di preferenze al club. Kevin? Una domanda per voi, una risposta che tengo per me…»), datate 20 maggio, ieri il Sunday Express ha stilato la possibile lista della spesa dei Red Devils che avrebbero a disposizione 200 milioni di sterline. Parte verrebbero girati alla Juventus per Pogba, altri al Borussia Dortmund per Hummels e almeno 30-35 servirebbero per bussare per Strootman, il cui recupero procede senza complicazioni.

Fonte: IL MESSAGGERO (S. CARINA)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom