Rassegna Stampa

Adesso il cerino è in mano a Pallotta - Lui prende tempo e presenta Gandini

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-09-2016 - Ore 06:50

|
Adesso il cerino è in mano a Pallotta - Lui prende tempo e presenta Gandini

LA GAZZETTA DELLO SPORT - PUGLIESE - Dovesse davvero succedere, accadrà anche che Spalletti e Pallotta si metteranno a tavolino per cercare di discuterne e capire. «Ve lo posso assicurare fin da ora, Totti giocherà anche la prossima stagione», ha detto Spalletti domenica scorsa. Nonostante quel comunicato ufficiale del 7 giugno scorso, in cui la Roma ha annunciato pubblicamente che questa sarà l’ultima stagione di Totti da calciatore. «Ma a me di quello che ha detto la società non mi importa niente, per quanto mi riguarda so che Totti andrà avanti ancora», aveva già sottolineato Spalletti nel ritiro estivo di Pinzolo. Ed allora cosa succederà davvero?

LA GIORNATA Pallotta ieri ha pensato ad altro, tanto per iniziare ad introdurre il nuovo a.d. Umberto Gandini al resto della dirigenza giallorossa. È successo in prima mattinata allo studio Tonucci, alle spalle di piazza del Popolo, di fatto da anni il quartier generale del club giallorosso in centro. Alla presenza del d.g. Mauro Baldissoni ma non solo, visto che c’erano anche il direttore marketing Laurent Colette, Kaitlyn Collingan (che si dedica alla promozione del brand) e David Ginsberg, l’uomo che guida il progetto del nuovo stadio. Dentro si è parlato anche di questo, ovviamente, visto che oggi (ore 12) Pallotta incontrerà il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e domani mattina il sindaco di Roma Virginia Raggi. Una riunione durata esattamente tre ore, al termine delle quali Pallotta si è poi dedicato ad altro, a cominciare da un pranzo fugace. Gandini, invece, ha lasciato lo studio Tonucci solo in serata, poco prima delle ore 19. «Com’è andata? Bene, bene, un po’ come il primo giorno di scuola», ha scherzato il nuovo a.d. uscendo. E chissà, magari in quelle ore passate all studio Tonucci si sarà parlato anche di Totti e del suo futuro. Da direttore tecnico, come già stabilito a giugno, o da calciatore non si sa. Se poi avrà ragione Spalletti, allora il 2017 comincerà con un bel tormentone.

Fonte: LA GAZZETTA DELLO SPORT-PUGLIESE

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom