Rassegna Stampa

Champions La Juve ride, la Roma no

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 29-08-2014 - Ore 08:35

|
Champions La Juve ride, la Roma no

Chi piange e chi ride. Nella vita come nel calcio. E così i sorrisi all’ingresso del Grimaldi Forum di Pallotta, Zanzi, Baldissoni e Tempestilli, si mischiano alla rabbia di essere finiti in un girone di Champions (gruppo E) che definire infernale è pure poco.

L’urna di Montecarlo regala, si fa per dire, alla Roma Bayern Monaco, Manchester City e Cska Mosca. La Roma è stata estratta ultima dopo il Bate Borisov finito nel gruppo H con Porto, Shakhtar e Atletico Bilbao, meglio di quello giallorosso. Ma la sorte non guarda in faccia a nessuno, o forse sì, magari i padroni di casa del Monaco, partiti in quarta fascia come la Roma e capitati in un gruppo, il C, decisamente agevole, con Benfica, Zenit, Bayer.

Va bene, anzi benissimo, per la Juventus di Massimiliano Allegri, che pesca (gruppo A) Atletico Madrid, Olympiacos e Malmoe. Come dire, passare il turno è il minimo che si possa chiedere ad Allegri abituato a sfide ben più consistenti. La Juve dovrà solo fare il suo con l’unico vero pericolo rappresentato dal Cholo Simeone, mentre sono destinate a vittime sacrificali l’Olympiacos privo del neo giallorosso Manolas e il modesto Malmoe.

La Roma esordirà in casa il 17 settembre contro i moscoviti per poi fare visita al Manchester City e ospitare all’Olimpico l’ex Benatia. Non il massimo della vita, considerato che è la terza volta che Bayern e City si incrociano nei girone e passano sempre il turno. Due potenze europee, senza dimenticare il Cska, ancor più complicato dalla trasferta invernale a Mosca. Ma il numero uno giallorosso Pallotta non perde il sorriso e guarda positivo convinto di aver messo a disposizione di Garcia una squadra competitiva.

I campioni in carica del Real possono guardare giá avanti essendo finiti con Liverpool, Basilea e Ludogorets cui basta essersi affacciato per la prima volta in Champions per fare festa. Quasi scontato anche il gruppo E con Arsenal e Borussia favorite su Galatasaray e Anderlecht. Pochi problemi anche per il Chelsea di Josè Mourinho che ha pescato Schalke 04, Sporting Lisbona e Maribor. Così come Barcellona e Psg che se la vedranno con Ajax e Apoel.

Si comincia il 16 e 17 settembre, ultima giornata dei girone il 9 e 10 dicembre. Al sorteggio omaggio alla Decima del Real, con Casillas, Hierro, Sanchis e Gento chiamati ad estrarre le squadre. E non è mancato il commosso ricordo di Eusebio e Di Stefano, leggende di Benfica e Real. E infine Cristiano Ronaldo, che insieme a Robben e Neuer è stato candidato al premio riservato al miglior giocatore dell’anno. Naturalmente ha vinto lui e da domani le impronte dei piedi del fenomeno portoghese del Real faranno bella mostra sulla Champions Promenade.

Fonte: Il Tempo/M.Ciccognani

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom