Rassegna Stampa

Cole firma e Dodò va via

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 08-07-2014 - Ore 10:00

|
Cole firma e Dodò va via

Sorridente, in completo e occhiali scuri abbinati ad una camicia bianca, Ashley Cole è sbarcato ieri mattina all’aeroporto di Fiumicino alle 10.46. L’ex terzino del Chelsea, a dimostrazione di come l’accordo con la Roma fosse già stato trovato, anziché recarsi prima a Trigoria, si è diretto al Policlinico Gemelli per sostenere le visite mediche. Una volta completate, è stato poi portato al centro sportivo Fulvio Bernardini dove ha firmato il biennale (con opzione per il terzo anno) da 2,3 milioni che lo lega alla società giallorossa. Cori da stadio al grido «Daje Roma» e un ideale abbraccio caloroso glielo hanno riservato una cinquantina di tifosi, accorsi in aeroporto fin dalle prime ore della mattina e assiepati davanti all’uscita del volo di linea della British Airways (Ba552), proveniente da Londra Heathrow. Scortato dagli agenti della polizia di frontiera, il difensore è riuscito a fatica a guadagnare l’uscita. A Trigoria, Cole (che prenderà come numero di maglia il 3 di Dodò) ha parlato con Garcia al quale ha confidato la voglia di rivincita dopo l’ultima stagione deludente al Chelsea. Partito ieri sera, tornerà nel weekend per trovare casa. L’ingaggio di Cole e quello prossimo di Emanuelson, danno il via libera a Dodò. Una scelta sofferta, soprattutto per Sabatini, che sulle doti del ragazzo è ancora pronto a scommettere. Fatto sta che il brasiliano andrà all’Inter e la formula dell’operazione permette al club nerazzurro fra due anni di riscattarlo definitivamente. L’ex Corinthians, infatti, si trasferisce con la formula del prestito biennale con diritto di riscatto fissato a 7 milioni. Tuttavia se nella seconda stagione raggiungerà un determinato numero di presenze, il riscatto da possibile si trasformerà in obbligatorio. Ieri Dodò era già a Milano.

DE SANCTIS CICERONE –  Quelle che anche il turco Uçan, dopo la cena di domenica sera con i dirigenti a Ponte Milvio, ha già effettuato, dividendosi tra il Gemelli e il Campus Biomedico di Trigoria. La società giallorossa ha inoltre diramato il comunicato che conferma le cifre uscite nei giorni scorsi. Uçan arriva «a titolo temporaneo a fronte di un corrispettivo di euro 4,75 milioni. L’accordo, valido per la stagione sportiva 2014-15, prevede inoltre il diritto di opzione, senza oneri aggiuntivi, per l’estensione del prestito per un’ulteriore anno, e per l’acquisizione a titolo definitivo, a decorrere dalla stagione sportiva 2016-17, per un valore di euro 11 milioni».Prenderà la maglia numero 48 e sulle spalle avrà il nome di battesimo: Salih. A Trigoria è andato in scena un simpatico siparietto con De Sanctis (che coadiuvato dal preparatore dei portieri Nanni ha ripreso ad allenarsi in anticipo rispetto alla squadra per recuperare dall’operazione al gomito destro) che sfruttando l’esperienza al Galatasaray, gli ha dato il benvenuto in lingua turca.

Fonte: il messaggero (S. Carina)

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom