Rassegna Stampa

Con la cessione di Pjanic alla Juve plusvalenza da oltre 28 mln per la Roma

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-06-2016 - Ore 20:25

|
Con la cessione di Pjanic alla Juve plusvalenza da oltre 28 mln per la Roma

CALCIO E FINANZA - CHICCO - I tifosi della Roma devono incominciare a fare i conti con la possibile cessione di Miralem Pjanic: se dovesse volar via, la società beneficerà di una plusvalenza di 28 milioni e potrà risparmiare sia sullo stipendio lordo del calciatore (6,4 milioni di euro a stagione) sia sull’ammortamento per il prossimo esercizio (1,8 milioni). Dal punto di vista economico è un affare. Il talento bosniaco, definito incedibile da James Pallotta negli scorsi mesi, potrebbe abbandonare Trigoria in virtù della celebre clausola rescissoria da 38 milioni di euro fissata al suo arrivo in Italia. Di questa cifra, come è emerso in queste ore, una parte (il 15%) sarebbe destinata allo stesso calciatore che rinuncerebbe alla sua quota per facilitare il trasferimento alla Juventus. La Roma è quindi sostanzialmente obbligata a vendere Pjanic per 32,3 milioni di euro.
Il numero 15 della Roma è stato acquistato nel 2011 per 14,3 milioni dal Lione ed ha un contratto che scade nel 2018. Il 30 giugno 2016, a seguito degli ammortamenti passati (8,836 milioni fino al 2015), il valore netto a bilancio del calciatore sarà di 3,628 milioni. Con la Juventus pronta a versare 32,3 milioni di euro,la Roma farebbe una plusvalenza-maxi di 28,627 milioni. A questa somma va aggiunto il risparmio che la Roma otterrà dal mancato versamento dello stipendio, Pjanic guadagna 6,4 milioni di euro lordi a stagione, e dal minore ammortamento previsto sul bilancio 2016-2017: 1,82 milioni di euro.
L’impatto sui conti della società, insomma, non sarà banale. La Roma potrà contare su quasi 40 milioni che non sarebbero liberi se Pjanic continuasse a vestire il 15 giallorosso anche la prossima stagione. Certo, dal punto di vista sportivo la squadra perderebbe una pedina più che essenziale del centrocampo, andando a rafforzare una diretta concorrente. Il bosniaco nell’ultima stagione ha giocato 41 partite, tra Serie A, Champions League e Coppa Italia. Ha segnato 12 gol e ha confezionato 13 assist. Forse il giorno del suo arrivo a Roma si sarebbe potuta stabilire una clausola rescissoria più alta, ma all’epoca Pjanic era solo una brillante promessa: nato nel 1990, aveva poco più di 21 anni.

Fonte: calcioefinanza.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom