Rassegna Stampa

«Contestazione a Salah? Meglio l’indifferenza»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-10-2015 - Ore 07:38

|
«Contestazione a Salah? Meglio l’indifferenza»

IL MESSAGGERO - TENERANI - E’ il giorno di Fiorentina-Roma, giornata numero nove del campionato, sfida scudetto. Prima contro seconda. Firenze contro Salah. La presenza dell’egiziano in campo, il grande “traditore” per i tifosi viola, è tutt’altro che sicura, certa invece la contestazione dura. Migliaia di fischietti pronti ad azionarsi ad ogni tocco di Salah, ieri (scortato dagli uomini della Digos) insultato all’arrivo alla stazione da alcuni tifosi viola. Sousa, al contrario, indica la strada dell’indifferenza: «Io non ho mai avuto problemi quando ho giocato contro le mie ex squadre. Spero che le energie dei tifosi siano indirizzate verso noi stessi e non verso l’avversario. Sono orgoglioso della nostra gente perché ci ha sostenuto anche giovedì sera in un momento di grande difficoltà. Spesso, però, l’indifferenza è l’arma più forte che si può avere». La Fiorentina in quattro giorni ha incassato due sconfitte, con Napoli e Lech Poznan, che niente hanno in comune tra loro. Al San Paolo il premio della critica è andato ai viola per il gioco espresso, ma i tre punti a Sarri. Mentre in Europa League la Fiorentina B ha dimostrato di non essere all’altezza della formazione titolare. Ci sono stati nove innesti rispetto a Napoli e la prestazione è stata così brutta da non poter essere riconducibile alla squadra viola. Restano, però, sui tabellini due battute d’arresto dopo un avvio sorprendente di stagione. Così oggi la Fiorentina dovrà spiegare a tutti che quello di giovedì è stato un peccato di gioventù e che al San Paolo avrebbe meritato di vincere. Ecco la chiave di una sfida per difendere il primato in classifica. 
IL DUBBIO Sousa ha un solo dubbio: rischiare Alonso - problema ai flessori, ma sta molto meglio - o dare spazio a Pasqual. Rispetto a Napoli dovrebbe partire Roncaglia al posto di Tomovic e Ilicic per Bernardeschi. Un 3-4-2-1 per creare densità in mezzo al campo con la cerniera mediana costruita sul Blaszczykowski, Badelj, Vecino, Pasqual, oltre ai due trequartisti Ilicic (più attaccante) e Borja Valero (autentico “todocampista”). In totale sei uomini pronti a fraseggiare nel breve, marchio di fabbrica della casa viola, a sostegno di Kalinic, centravanti a quota cinque gol in otto gare, ma anche primo difensore… «La Roma - ha proseguito Paulo Sousa - da anni ha organici di altissimo livello, che puntano sempre allo scudetto: la loro fase offensiva è più forte di quella difensiva ecco perché vogliamo farli male col pallone. Voglio una Fiorentina orgogliosa, ambiziosa e con la voglia di vincere”. Il Franchi sarà esaurito, da Roma arriveranno 2.500 tifosi, la Questura di Firenze ha predisposto un piano molto articolato per l’ordine pubblico.

Fonte: IL MESSAGGERO - TENERANI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom