Rassegna Stampa

Da dieci giorni nella Capitale Yermakovich: «Siamo pronti»

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-12-2015 - Ore 08:04

|
Da dieci giorni nella Capitale Yermakovich: «Siamo pronti»

CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI - «Garcia dice che la Roma metterà in campo undici lupi? Noi metteremo undici calciatori». Aleksandr Yermakovich, tecnico del Bate Borisov, si presenta all’appuntamento più importante della storia del club con la consapevolezza di chi non ha niente da perdere, e tutto da guadagnare. La Roma ha la necessità economica di passare il turno? «Per noi non è un tema di discussione», la sua risposta. La Roma giocherà senza tifosi? «Siamo concentrati solo su noi stessi». Condizione psicologica migliore, insomma, non c’è: campionato concluso da oltre un mese e vinto già molto prima, testa solo alla Roma nell’ultima settimana trascorsa nella Capitale. «Non è stato uno stress per noi, abbiamo lavorato bene», le parole del tecnico che ha tenuto la squadra in ritiro in un albergo sulla via Pontina, ma ha concesso delle libere uscite ai suoi calciatori per consentire loro di liberare la mente dopo il duro lavoro fisico. Yermakovich, però, ha avuto tutto il tempo per studiare la Roma, cosa che aveva già fatto prima della partita d’andata in cui è riuscito a sorprendere Garcia con una partenza-razzo che ha portato tre gol in mezz’ora. «Abbiamo visto la partita col Torino e confermato la nostra opinione su di loro», ha concluso il tecnico che ha confermato la presenza dal primo minuto di Hleb. «Mi dispiace - le parole dell’ex Barcellona a Rete Sport - che Totti sia infortunato, ma la sua assenza aumenta le nostre possibilità di passare il turno. La Roma è molto forte, ma noi ci crediamo e ci proveremo». 

Fonte: CORRIERE DELLA SERA - PIACENTINI

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom