Rassegna Stampa

Da gennaio la corsa alla Stella

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-07-2014 - Ore 08:14

|
Da gennaio la corsa alla Stella

Parte destra del tabellone, testa di serie numero tre, Probabile quarto di finale contro la Fiorentina, semifinale con la Juve e eventualmente solo in finale il Napoli o la Lazio. È questa la Coppa Italia che si prospetta alla Roma nella stagione 2014-2015. Il tabellone della competizione è stato stilato ieri con tutte le tappe fino alla finale che, come scritto nel regolamento, si disputerà «in linea di principio» allo Stadio Olimpico. Si parte il 14 gennaio, o meglio partirà in quella data la Coppa della Roma, dagli ottavi di finale. Per tutte le altre, escluse le prime 8, inizierà invece molto prima. E per conoscere il primo avversario dei giallorossi bisognerà aspettare ancora un po’. Probabile che sia una tra Genoa ed Empoli che potrebbero incontrarsi nei 16esimi a meno che non si inseriscano Virtus Lanciano, Bologna o addirittura una formazione in arrivo dai primissimi turni eliminatori. La partita degli ottavi sarà “secca”, o come scritto sul regolamento di “sola andata”. Insomma, niente ritorno, al massimo supplementari e rigori. Una cosa la Roma già la sa, quella partita la giocherà in casa proprio in virtù del numero di accesso alla competizione. Stesso discorso per i quarti, che si disputeranno meno di un mese più tardi (il 4 febbraio) ancora in casa, ancora partita secca. Se tutto va secondo pronostico e secondo il valore tecnico, l’avversaria dovrebbe essere la Fiorentina.

Il discorso cambierebbe un po’ per le semifinali. Perché si abbandona la partita secca e c’è la doppia sfida, andata e ritorno, in programma il 4 marzo e l’8 aprile. Anche qui c’è il fattore campo, nel senso che una delle due squadre avrà il vantaggio di giocare in casa il match di ritorno. Da quella parte del tabellone le squadre “teste di serie” sono Juventus e Parma. E per la Roma non sarebbe esattamente la stessa cosa affrontare l’una o l’altra e non solo dal punto di vista tecnico. Perché il sorteggio ha determinato una lista di accesso in cui la Roma è la numero 3 del tabellone, la Juve la numero 7 mentre il Parma è la numero due. Ciò significa che una eventuale semifinale tra Roma e Juve vedrebbe la partita di ritorno giocata allo stadio Olimpico, mentre nel caso in cui ci fosse Roma-Parma, il secondo match si disputerebbe al Tardini. E poi la finale, in cui si torna alla partita unica da disputare «in linea di principio» allo Stadio Olimpico. La data è quella del 7 giugno. E se il lato destro del tabellone è quello analizzato più a fondo, che al momento interessa di più, perché quello in cui è inserita la Roma, quello sinistro vede invece tutte le altre squadre. A partire dal Milan che entra nella competizione con il numero 1, ma anche il Napoli, l’Inter, il Torino.

E la Lazio che comincerà a giocare dal terzo turno eliminatorio che si disputerà il 24 agosto. Ma alla finale c’è tempo per pensarci, inutile andare troppo avanti nel tempo. Per ora basta fissare una data, il 14 gennaio 2015. Perché non sarà la Champions, ma lì comincia comunque l’avventura.

Fonte: IL ROMANISTA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom